Archivi del mese: aprile 2017

Un etto di viti, un cacciavite e un pochino di pazienza

Cara sindaca di Roma, sono stata qualche giorno nella sua città, bella d’antico e tremenda di moderno.  Il credito millenario acquisito con l’impero forse la farà campare d’inerzia ancora un po’, anche se non so per quanto.  Per andare in … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Garbatella

Passeggiare nel quartiere è scoprire che esiste ancora un mondo per strada. Un mondo di sedie e panchine, e persone a chiacchierare.  È scoprire che nel centro di Roma si può aggiustare una macchina, e dare indicazioni a tre strani … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Io e Roma

Sono alla garbatella. E per un felice gioco di incastri, su una terrazza profumata di fiori d’arancio e di pitosforo. Ho letto su Facebook parole infamanti e stupide e violente contro Miguel, un ragazzo sinti e rom (di padre e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 9 commenti

Che si intende per partigiano

Quando andarono sulle montagne fu facile definirli. Erano giovani ragazzi e ragazze, avevano in testa e nel cuore la voglia e la consapevolezza di essere dalla parte giusta, quella dalla quale si doveva stare se si voleva continuare a guardarsi … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

Tarocchi

Il giardino dei tarocchi è il sogno di qualcuno per il piacere di tutti.  È la vita magica, sognante, brillante di una donna visionaria.  La luce riverbera da mille angoli di vetri, specchi e ceramiche rotte, che trasformano gli spigoli … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Avventure notturne

Alla fine di una lunga giornata di lavoro, dopo una splendida serata passata in compagnia di una donna colta e interessante, avevo deciso che mentre HDC addormentava il principe piacione sarei piano piano sprofondata in un lungo sonno ristoratore. Rilassata, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Io sto con la sposa. E con Gabriele

Ieri eravamo tutti lì. A chiedere che Gabriele torni a casa, qualunque essa sia, ovunque essa sia, fuori dalla prigione dove è rinchiuso da troppi giorni. Qualche anno fa andai a vedere un suo film, io sto con la sposa, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti