Archivi del mese: settembre 2016

La prima di due storie 

(Sentite nell’aria di fronte a uno spritz) Lo zione Da bambini occorre un mito e il nostro era lo zione. Non era lo zio di nessuno, ma si faceva chiamare così perché era grosso e perché a Livorno occorre sempre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Uomini e donne

Guardare un bambino è molto diverso da uomini e donne. Almeno credo. Almeno così mi pare che accada in casa mia. e sinceramente non saprei dire se un metodo sia migliore dell’altro, forse dipende dal momento. ma per me, “guardare … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

Inizia la danza

(Sarò assai breve, che ho ritagliato a fatica un secondo). Primo stop per il piccolo. Un po’di febbre, tanto moccio, inconsolabile. Ho chiamato l’asilo.  “Spero solo che non l’abbia attaccata a nessuno” ho detto alla maestra. “Non si preoccupi, qui … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Vendemmia

Come un personaggio della genesi il piccolo dalla testa nera si aggirava per i filari.  Grappoli grassi di uva nera spiccavano tra i pampini e l’erba. Il bimbo erede di Noè intanto riempiva con cura un secchiellino di chicchi spiaccicati … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Due uomini a letto (per non parlar del gatto)

Lucca, le sette di mattina, domenica mattina, per l’esattezza.  Il piccolo si sveglia, ha il naso chiuso, i sogni e i capelli spettinati. Mi alzo e lo prendo, bruchino assonnato nel sacco nanna che lo fa assomigliare a pisellino di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Kentucky derby

I riti sono importanti, ma se si mette insieme la memoria perfetta del mifratello con la tremenda voglia di tornare bambini mia, può venire fuori una giornata leggendaria alle giostre. Ci siamo trovati, noi col cucciolo e lui con la … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

la frusa rediviva

per i 18 mesi del cucciolo mi sono fatta un bellissimo regalo. un seggiolino da bicicletta e un parabrezzino da bambini, per accompagnarlo all’asilo che per lavori hanno spostato fuori città. il fatto è che come le gazze, io parto … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 7 commenti