Archivi del mese: dicembre 2016

Letterina all’anno nuovo

Caro anno nuovo, non ti chiederò le stesse cose che ho chiesto a babbo natale, mi concentreró su cose diverse.  Vorrei abolire il job act, non è servito a nulla se non ad abolire l’articolo 18 che invece mi pare … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Robert plant

Lo chiamiamo così, io e mio fratello, perché un tempo gli assomigliava.  Lunghi capelli ricci, lo sguardo avanti, di chi non si cura di quello del prossimo.  Lo vedo da sempre, quasi ogni volta che passo dalla strada per andare … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Vacanza

Mi sono presa due ore di vacanza.  Il bimbo addormentato, il marito concentrato sul lavoro, il sole dalla finestra che scaldava il divano.  Mi sono messa lì, con un libro (un bel libro) sulle ginocchia, una coperta sulle gambe, la … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

Il nome delle cose

Col principe stiamo continuando a nominare il mondo.  Lui mi indica le cose e io gli dico come si chiamano.  Triciclo.  Cane.  Biscotto.  Gattonero.  Gessetto. Calzini.  Babbo.  Gelato.  Conosce anche Mütze (cappello), cocotte (gallinella), Zug (treno), petit Loup (un suo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Mocciosa

Come ai tempi delle elementari sto affrontando un raffreddore apocalittico. Mi addormento come una balena spiaggiata, respirando a bocca aperta fino a che non mi si incartapecoriscono le fauci. Consumo fazzoletti al ritmo di disboscamento della foresta pluviale, ho gli … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Caro babbo natale

Caro babbo natale, Ne abbiamo passati di anni insieme eh? Ti aspetto ogni anno come se fosse il primo e ancora mi piace pensarti, immaginarti, sognare di incontrarti un giorno, o una notte, almeno.  Come quella mattina che a farneta … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

21

Sei nato a primavera e quindi ieri abbiamo festeggiato insieme ai tuoi 21 mesi anche l’inizio dell’inverno.  Che, paradossalmente, è l’inizio dell’allungarsi delle giornate, ogni giorno un pezzettino, un coriandolo di luce, un minuto di sole in tasca.  E così … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento