Archivi del mese: maggio 2019

Ragazzi

Anche quest’anno abbiamo consegnato i “diplomi” alla festa conclusiva dei tutor. I tutor… ragazzi delle superiori che aiutano bimbi delle elementari e delle medie. Aiutano a fare cosa? A fare i compiti, a crescere, a capire, ad avere un modello, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Una serata

Così ci siamo ritrovati, davanti a un bicchiere, a brindare a Sergio e a ricordare, una vita fa, quando lui e noi eravamo un partito, una comunità, un luogo. Mi ha fatto bene, abbiamo chiacchierato di allora e di adesso, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

20.50

Ieri sera i musulmani osservanti potevano mangiare dalle 20.50 in poi. Ogni giorno la fine del giorno e l’inizio della cena si allunga di due minuti, per i precetti e, verosimilmente pure per l’ astronomia (ma non ho verificato). A … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

strumenti

Lo confesso. Sono persa. Il bellissimo risultato delle amministrative nei comuni intorno a noi non mi entra in alcuna casella analitica classica. I dati ci raccontano di centinaia di persone che, con due schede in mano, votano lega in una … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Che lunga notte…

Ci aspetta una notte ancora lunga e brutta, incarognita dalla paura, fomentata dalla cattiveria, incoraggiata dall’egoismo. C’è tanto da lavorare. C’è da costruire, in mezzo alla civiltà distrutta, da ripartire, da lavorare. Da pensare a una sinistra che ritrovi il … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Un orto

I miei nonni materni abitavano in case popolari. Le chiamavano case fanfani, in un quartiere, San Vito, costruito per dare case agli operai. Mia nonna era operaia, mio nonno muratore. Ma entrambi avevano, come tutta l’Italia di quel tempo, origini … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

una rosa, rossa

C’è, sul davanzale della finestra, una piccola rosa rossa. Me l’ha regalata un compagno, come direi io, definizione che forse lui neanche gradirebbe. È maggio, le rose fioriscono nei giardini, le riunioni si trascinano in tardi e la gente si … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

La giacca a vento di niki lauda

La giacca a vento di niki Lauda era di un materiale strano, pareva carta, stropicciata e fragile. Era bianca, con sopra forse la Ferrari, o la scritta niki lauda, non me lo ricordo, da quanto ero piccola. Ma la chiamavo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

La luce nella stalla

Succedeva, la sera, di vedere la luce nella stalla. Segno che Gigi, o Santina o entrambi, erano dalle vacche, a mungere, a cambiare il letto, a distribuire fieno. E la luce accesa era un segnale di lavoro, di latte, di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Made in German Democratic Republic

C’è una fantasia di porcellane che amo molto, è quella della fabbrica Jäger, di Eisenberg, in Turingia, della quale ho trovato poche notizie se non quella che è chiusa da una quarantina d’anni. La fantasia, per capirci, è questa: ogni … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento