Archivi del mese: maggio 2010

rammarico?

sono a casa, nell’ultimo giorno di contratto tedesco prima di iniziare quello italiano a tutti gli effetti. faccio un gesto al quale mi ha abituata il vivere fuori: prendere il computer e cercare su internet notizie dal mondo. leggo che … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 15 commenti

fieno e rondini

piero ha aiutato santina a mettere il fieno nella stalla. gli alberi hanno di nuovo tutte le loro foglie, come da regolamento. le serate sono lunghe e un po’ strane, ancora, dopo mille anni, rimane addosso, nelle sere di maggio, … Continua a leggere

Pubblicato in casa | Contrassegnato | 12 commenti

la scomodità di essere atei

ho riflettuto molto prima di scrivere questo post, come sapete i “credenti” sono sempre molto sensibili, di quelle sensibilità a singhiozzo, per cui se un’atea inveterata si incavola loro si sentono colpiti, se il papa si scaglia contro gli omosessuali … Continua a leggere

Pubblicato in religione oppio dei popoli | Contrassegnato , , | 44 commenti

tipi da diacessette

il microsignore ad alta densità esistenziale mi dispiace, ma il mio materiale umano, recentemente ha virato draasticamente verso le signore fiorentine, vista la mia frequentazione del bus 17. così, invece delle patate vi beccate i fiorentini, per i quali ancora … Continua a leggere

Pubblicato in autobi | Contrassegnato , , | 7 commenti

caro matteo (lettera al sindaco di firenze)

caro sindaco, penso di poterti dare del tu, abbiamo più oi meno la stessa età. ti scrivo per raccontarti delle cose che sicuramente sai già, ma non ne posso fare a meno. ho vissuto per due anni e mezzo in … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , | 17 commenti

la fatina grigia

sul diciassette è montata una fatina grigia. scarpette grigie, caviglie di formica, le mani secche e smaltate di perla. i corti capelli grigi, le labbra rosse, una gonna grigia scampanata da gitana delle fatine. è salita con un’amica, alla quale … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

l’acida crucca

rieccomi sul pullman dell’alba. stamani ho elaborato una serie di strategie per non avere accanto nessuno, scrivere in santa pace, non dover essere cordiale alle sei di mattina, vivere, insomma, ancora per qualchee decina di minuti, da sola, come se … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 12 commenti