Archivi del mese: maggio 2017

Fuga

Capita a volte.  Troppe cose da fare, da tenere a mente, da ricordare, qualche tranvata in fronte, qualche veleno gratuito della campagna elettorale (era da mettere in conto ma fa male uguale), troppi impegni tutti insieme.  E alla fine di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Da nonna, di nuovo

Siamo di nuovo qui, col primo caldo e i primi pantaloni corti. Il piccolo è cresciuto come un fungo nell’inverno cittadino e adesso l’erba pare meno alta.  Corre come un missile e ride come un pazzo.  E sono sicura che … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Un medico

È arrivato pochissimo tempo dopo aver telefonato alla guardia medica.  Il principe era sotto un tremendo attacco di diarrea, tipica “maledizione del kindergarten” e abbiamo preferito sentire un dottore.  Ci ha risposto che vista l’età del piccolo preferiva vederlo di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Tornando verso casa

(Post corto perché non ho un briciolo di tempo) Lucca, sera, notte direi. Rientrando a casa dopo un bellissimo dopocena elettorale organizzato da una cara persona.  La tortiera, vuota, mi ciondola in mano, Lucca è già calda, profumata dal pitosforo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Fine anno

Quando finiva la scuola cambiava l’alito del vento.  Diventava tiepido, gentile, invitante. L’erba brillava e le foglie degli alberi erano già grandi ma ancora verde vivo.  Era quel periodo magico dei conti alla rovescia, dei cambi leggeri, delle scarpe di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Giannelli capo del mondo

“Giannelli capo del mondo” era un cartello che troneggiava sulla parete della federazione in via Santa Giustina.  Credo l’avesse fatto Nico, ma non era importante. Ognuno di noi, con solenne emozione, aveva firmato il cartello per chiedere che a Sergio … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

Bimbo a bollore

Ogni tanto gli succede.  Basta un fresco d’aria, un pochino di vento, un giro in bici.  E il bimbo prende fuoco.  Quasi 40 di febbre, gli occhi appannati, uno strano silenzio.  Così ieri siamo tornati per un giorno quello che … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti