Archivi del mese: luglio 2015

il profumo del giovedì sera

il giovedì sera profuma di lunghe dormite, di piani per il fine settimana, di voglia di riposare e di staccare la mente dalla settimana piena di cose. profuma di cena con gli amici, finita come deve essere sul tardi, a … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

mattina

HDC russa, il gatto fa le fusa, la vicina ascolta la radio e io casco dal sonno da giorni. stamani è un caldo appiccicoso di marmitte di furgoni e di fuoristrada da figli di papà. stamani detesto questa cittadina dove … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

ranocchi in ammollo

al corso di nuoto per bambini ci sono pesci di tutte le salse. secchi e lunghi, tondi e agili (conosco la storia, alle bimbe in carne il nuoto riesce meglio della danza, mamme, tenetelo presente!), furbi e scattanti, tonti e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ortica

seduta su un sasso per allacciarmi le scarpe la sento. sul gomito, il bruciore istantaneo e rabbioso dell’ortica. senza voltarmi capisco che è lei. me lo raccontano gli anni passati a cercarci il pallone, a rincorrere un gatto, una gallina, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 4 commenti

sulla pista

qui passano gli aeroplani, è di notte che li senti, quando non puoi dormire… per anni gli aeroplani sono stati la mia seconda casa. dentro gli aeroplani volavo via lontanissima e dentro gli aeroplani tornavo a casa. rimbalzavo in mezzo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

carta per il pesce

“la notizia di oggi serve per incartare il pesce di domani” è un vecchio detto del giornalismo. a volte mi pare che anche il giorno stesso, sia meglio incartarci il pesce, col giornale, invece che aspettare ventiquattr’ore. succede soprattutto quando … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 3 commenti

fa caldo

fa caldo e via fillungo è costellata di stranieri impreparati. fanno tenerezza e, nel caso dei tedeschi, anche una certa sadica soddisfazione. sempre così tecnologicamente attrezzati per il freddo, con calzini termici, paravento per la testa, pantaloni tecnici, giacconi perfetti, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti