20.50

Ieri sera i musulmani osservanti potevano mangiare dalle 20.50 in poi.

Ogni giorno la fine del giorno e l’inizio della cena si allunga di due minuti, per i precetti e, verosimilmente pure per l’ astronomia (ma non ho verificato).

A farneta mia madre ha preparato il cous cous, ci ha invitato, ci ha fatto trovare una tavola imbandita e tanta gente.

E Mubi.

Mubi, che in realtà si chiama Mubarak, come il nonno di una vecchia storia, è un Caro Amico.

Mubi è in italia da tanti anni, anche se il suo cuore batte in Marocco, dove c’è la moglie e dove ci sono i suoi due figli.

Che io lo vedo, quando accarezza la testa del mio, che è una carezza che vola sopra il mare, sopra le case, sopra i villaggi, fino ai sorrisi grandi dei suoi più grandi tesori.

Che io lo so, cosa vuol dire avere il vialone nano in valigia.

E io lo so cosa sia un caffè fatto male, e un profumo di casa, e la nostalgia di un albero.

E anche lui lo sa.

E mia madre, lo sa anche lei, perché ha spiegato mille volte che il cous cous doveva avere meno brodo e più curcuma, e più peperoncino.

E alla fine si è un po’ arresa, allargando le braccia e sentenziando oh, allora, è come è, un po’ marocchino, un po’ farnetino!

E sono stata fiera di mia madre, del porto di mare che casa mia è sempre stato, del cous cous mangiato alle 20.50 di sera, con in tavola il vino rosso e la Coca-Cola, perché ognuno deve un po’ fare quel che può.

E ho capito un pochino il senso di questo strano affare che chiamano ramadam: stare insieme, festeggiare la sera che cala insieme agli amici, dopo averla attesa un giorno intero.

Ritrovarsi a tavola, in famiglia, con gli amici.

Che a volte amici e famiglia si mescolano e il confine non si vede più.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a 20.50

  1. marcoghibellino ha detto:

    woow ^^ bellissimo ! detto da uno che ha trovato la tajine e cui è stato insegnato ad usarla da un fornaio marocchino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...