Robert plant

Lo chiamiamo così, io e mio fratello, perché un tempo gli assomigliava. 

Lunghi capelli ricci, lo sguardo avanti, di chi non si cura di quello del prossimo. 

Lo vedo da sempre, quasi ogni volta che passo dalla strada per andare dal mammuth. 

Lo vedo fuori dai bar, andare lentamente da uno al successivo, incurante della pioggia o del sole, con una sigaretta in bocca, le mani in tasca, un cappello in testa. 

E non so perché mi attrae, forse proprio perché non vuole farlo, forse perché è, come le mucche nel campo, parte del panorama consueto, solo che spostandosi e sfuggendo, ogni volta mi lascia incompleta, con la curiosità addosso di sapere chi sia, che faccia, se quando non lo vedo continua la sua spola di alcool e sigarette e discorsi da bar, e diodivì e madonnedilà.

Ieri è successa una cosa. 

Siamo passati in macchina e lui era lì, con un piede alzato sopra un muretto, come una gru di palude, e guardava le auto passare, come fanno le mucche del campo, che non sai mai a che diavolo pensino. 

Lui guardava me che passavo e io guardavo lui che stava fermo. 

È così che ci siamo visti guardarci.

Scoperta come una bambina nella marmellata, mi ha visto mentre spiavo il suo volto, le rughe profonde, gli occhi trasparenti, le guance scavate. 

L’ho visto. Ho guardato negli occhi robert plant, come si guarda un monumento vivente.

Poteva avere vent’anni come duecento. 

Ha tirato una boccata di sigaretta. Non devo essergli riuscita simpatica.

O forse anche lui si è chiesto cosa voglia, ogni volta che passeggia sulla sarzanese, quella strana tipa dal nasone che lo guarda come fosse un libro chiuso.

Che avrà mai da fissare?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...