Il nome delle cose

Col principe stiamo continuando a nominare il mondo. 

Lui mi indica le cose e io gli dico come si chiamano. 

Triciclo. 

Cane. 

Biscotto. 

Gattonero. 

Gessetto.

Calzini. 

Babbo. 

Gelato. 

Conosce anche Mütze (cappello), cocotte (gallinella), Zug (treno), petit Loup (un suo amico lupo) Po (culo) e altre parole nell’esperanto fantastico di chi riceve in regalo libri stranieri per bambini. 

Conosce le parti del corpo e sa indicare con divertita precisione da dove gli esce la cacca.

Conosce le scarpe, i pantaloni, la maglia e il giacchetto. 

Conosce i versi degli animali e ama soprattutto il gatto, che imita con grande teatralità. 

Capisce tutto tutto tutto di quello che gli sta intorno.

Ancora preferisce il mimo alle parole, ancora vuole sentirle dire, ancora poche sono davvero sue. 

Una di queste è “mamma” che urla correndomi incontro. 

Per me siamo a posto così. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il nome delle cose

  1. AD Blues ha detto:

    Per quel poco che lo conosco ho l’impressione che abbia uno spiccato gusto per la teatralità. Secondo me diventerà un grande attore!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...