Avventure notturne

Alla fine di una lunga giornata di lavoro, dopo una splendida serata passata in compagnia di una donna colta e interessante, avevo deciso che mentre HDC addormentava il principe piacione sarei piano piano sprofondata in un lungo sonno ristoratore.

Rilassata, sul divano, a guardare sul soffitto il riverbero delle luci della piazza. 

“Corri subito qui!”

Una voce nota mi strappava alla quasi perfetta sonnolenza. 

“Ha una zecca in testa”.

Porcadiquellaporcadunaporcaporca.

Ho pensato.

Accidenti. 

Ho detto. 

E così, rivestito da civile, siamo di corsa usciti di casa, col piccolo convinto di andare alla seduta notturna dell’asilo. 

E il principe ha avuto la sua prima lezione sull’amore e sulle donne. 

Perché, che ve lo dico a fare, l’infermiera era carinissima, dolce e sorridente. 

Bimba!

Gli diceva il cucciolo. 

E lei gli sorrideva e gli parlava dolcemente. 

Poi, quando è stato il momento lo ha agguantato, chiuso in un lenzuolo e tenuto stretto fino a che il dottore non ha tolto la zecca. 

E il principe ha pianto, con la disperazione di chi si sente tradito. 

Tolta la zecca, per farlo smettere di piangere, gli ha regalato un pupazzo di Peppa pig  che aveva trovato nell’uovo di pasqua. 

E così, sulla via di casa, ho potuto spiegare a mio figlio che le donne a volte fanno cose incomprensibili, che sembrano crudeli e prive di senso. 

Ma sono l’unica cosa da fare data la situazione. 

E lo fanno per il bene di chi gli sta accanto, anche se chi gli sta accanto non lo capisce. 

Infine ti lasciano sempre qualcosa di loro. 

Oppure, vista in un altro modo, dopo averti tolto il problema ti guardano andar via per mano a una maiala.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Avventure notturne

  1. pensierini ha detto:

    pillole di saggezza! :-D

  2. AD Blues ha detto:

    L’ultima frase è stupenda, un concentrato di saggezza!

    —Alex

    Ps = povero principe, le zecche sono la cosa che più mi fa schifo in assoluto. Giusto un gradino sopra gli scorpioni (che hanno la creanza di non attaccarsi addosso)

  3. Valeria ha detto:

    :-D Dejà vu!

  4. salmastrosa ha detto:

    E di maiale con gli occhiali scuri per far finta di non vedere è piena la città. Stornano lo sguardo per convenienza altro che amore. Fa finta di non sapere che l’amore è l’inizio è la fine di tutte le tragedie di questo mondo, nel bene e nel male! Ciao ni’, che manco bella sei piena di rughe!!!

  5. marcoghibellino ha detto:

    UU
    ” E così, sulla via di casa, ho potuto spiegare a mio figlio che le donne a volte fanno cose incomprensibili, che sembrano crudeli e prive di senso.

    Ma sono l’unica cosa da fare data la situazione.

    E lo fanno per il bene di chi gli sta accanto, anche se chi gli sta accanto non lo capisce.

    TskTsk non bisognerebbe mentire ai bambini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...