il pdl, il pd meno l e il p, meno d, meno l

stiamo assistendo a una farsa senza precedenti.

gli eletti del movimento 5 stelle, paradosso della rete e della democrazia dal basso, rivelato in realtà una duarchia senza precedenti, senza alcuna democrazia reale, hanno in mano le sorti del paese e si perdono dietro a un urlatore che pensa soltanto ai prossimi calcoli elettorali. sostiene di essere al mercato delle vacche e si comporta in effetti di conseguenza, pensando non tanto a quello che serve per il paese ma a come incrementare il proprio consenso elettorale, che a questo punto sono certa, non è un risultato “di gruppo” ma uno specchio personale, autocratico, autoreferenziale, narciso fino alla nausea.

un capetto, insomma, che pensa a se stesso prima che a tutto il resto.

che mi pare, assomigli un sacco a un altro, di capetti, solo più vecchio ma non meno violento ed eversivo.

quel capetto che ha invaso il tribunale per evitare, non la galera, ma i processi.

quel capetto che ha sempre utilizzato le istituzioni pro domo sua, quando al potere facendosi leggi ad personam e adesso, da perdente, tentando la strada violenta e ricattatoria.

poi c’è una terza persona, che sta portando sulle spalle tutti gli insulti che la gente dedica alla casta, tutte le contraddizioni, tutto il senso di responsabilità che lo ha condannato, lui e i suoi, alla feroce etichetta di “assimilato”, di “complice”, col governo monti prima, con i vari governi tecnici prima ancora.

breve digressione: fra l’altro, ieri ero al supermercato, mi è caduto l’occhio su alcuni farmaci da banco con lo sconto del venti per cento. mi è venuto in mente bersani ministro dell’economia che fece incazzare tassisti, farmacisti e assicuratori e che si fermò perché cadde il governo (i tribunali parleranno anche di questo) e ho pensato che se c’è una persona che in questi anni ha fatto qualcosa per le famiglie e il loro tenore di vita è lui, ma gli italiani hanno la memoria troppo corta, se non si tratta delle partite di coppa.

metteteveli davanti agli occhi, questi tre leader.

pensate a tre cose:

-il loro concetto di democrazia

-la loro idea di mondo, di partecipazione reale, di discussione aperta.

-il loro modo di parlare agli altri

a me piacerebbe capire, davvero, come si possa mettere tutto sullo stesso piano, come si possa mescolare tutto in un grigio polverone dove vince solo chi urla frasi da mandare virali su facebook.

siamo passati dal rincretinismo della televisione a quello della rete.

a questo punto penso che non dipenda dal mezzo. dipende dal grado di indipendenza intellettiva della gente.

su facebook gira da mesi il video di una tipa che maltratta un bebè.

ieri un “eroe” della rete l’ha ririririripubblicato col commento: “tranquilli, l’ho già denunciato alle iene”.

quando arriviamo al punto che se uno pensa di essere davanti a un reato, invece di chiamare la polizia, scrive alle iene, siamo all’apocalisse.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a il pdl, il pd meno l e il p, meno d, meno l

  1. nonunacosaseria ha detto:

    sì, a volte anch’io penso di vivere in un mondo parallelo. un mondo che pensa che certa gente possa essere contrastata con la forza delle idee, magari semplicemente facendo notare le contraddizioni di certi programmi di partito. poi, però, mi rendo conto che hai ragione te: la gente ricorda i risultati delle partite di coppa e non quelli dei governi e ritiene che la vera pena non sia la galera (e le vere forze dell’ordine la polizia), ma la gogna televisiva (e le vere forze dell’ordine quelli delle iene).
    non so più cosa pensare…

    • AD Blues ha detto:

      Io invece cosa pensare l’ho abbastanza chiaro: ci meritiamo i vari berlusconi e grillo.
      Lucia centra il problema; siamo un popolo di rincretiniti dai media, siano essi televisivi o la rete.
      Ci beviamo senza nemmeno pensare tutte le cazzate del primo teleimbonitore e come al solito la memoria ci faglia. Ci dimentichiamo di tutto, nel bene (l’azione delle liberalizzazioni di Prodi\Bersani, non ultima l’abolizione della tassa di ricarica del telefonino, vi ricordate l’odioso euro?) e tutte le leggi-porcata-probonosuo del nano…

      Io mi sono stufato, e voi?

      —Alex

  2. marcoghibellino ha detto:

    il problema è che abbiamo abdicato l’impegno personale , ci si indigna ma davanti alla TV o al PC; prendiamo l’invasione fascista del tribunale( perdonatemi ma per me fascisti sono e restano) , sarebbe così semplice , Bersani indice una mega manifestazione in appoggio alla LIBERTA’ dei magistrati di fare serenamente il loro lavoro , risultati? 1) far vedere che abbiamo le palle e che se alzano il livello di scontro sono cazzi loro 2) stanare quel buffone di Grillo ; che fai non scendi in piazza ( anche per i cazzi tuoi contro i sediziosi fascisti del PDL )? sai che sputtanata 3) tappare la bocca a quello squallido di Renzi che più passa il tempo più mi convinco è davvero pericoloso. Ma ..non accadrà mai sarebbe troppo di sinistra

  3. tittisissa ha detto:

    Vi prego, vi prego, svegliatemi da questo incubo!

  4. marcoghibellino ha detto:

    150 parlamentari del PDL hanno marciato sul tribunale di Milano.
    Si costituivano?

  5. crash ha detto:

    a me sembrano come i membri del movimento di scientology (un pò come i ciellini): se non la pensi come loro sei OUT, con la differenza che dai primi non riesci più ad uscire, non ti mollano. Mi ha colpito la lettera pubblicata da Marcoghibellino in riferimento ad discorso elettorale del 1932 del più grande criminale di tutti i tempi (chi lo vorrà conoscere basta che vada all’inferno, che esiste…eccome se esiste!). Mi ha colpito navigando in internet il ” programma ” che sta dietro al “guru ed associati”: farebbe impallidIre DAS… Mi colpiscono le folte capigliature del brillante ed ingegnoso autista, del comico e del guru…..forse “danilo restivo”, che in questi giorni si trova in vacanza nelle ns.patrie galere (speriamo in galera per sempre), guardando la TV… simulerà con la mano il movimento di taglio delle forbici …….

    • marcoghibellino ha detto:

      mi ha colpito l’assordante silenzio di Bersani su un atto , quello dei PDLLINI che è decisamente eversivo, da pre -golpe e mi ha colpito l’atmosfera da MISURA COLMA che si respira, questi non hanno mica capito, ma gli italiani si sono rotti e il momento è pericoloso

    • donna allo specchio ha detto:

      :) altro che impallidire …

      • crash ha detto:

        ciò che più mi dispiace è l’uscita di scena, per scadenza mandato e per anzianità, del nostro Presidente della Repubblica: da sempre un faro e un punto di riferimento per tutti gli italiani. Speriamo bene.

  6. marcoghibellino ha detto:

    (AGI) – Roma, 13 mar. – “Voi giovani siete il futuro dell’Italia. Voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”. Lo ha affermato l’ambasciatore Usa, David Thorne, parlando oggi a Roma agli studenti del Liceo Visconti

    e quì ci stava bene la riproduzione dell’urlo di Munch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...