Grazie

Grazie sardine.

Per averci fatto restare umani.

Per aver mostrato che era possibile.

Per averci preso la mano e alzato da terra.

Grazie Elly Schlein. Al tuo sorriso, alle tue lunghe braccia, le tue lunghe dita, ai tuoi pensieri lucidi e coraggiosi.

Hai spaventato l’orco fino a farlo scappare come il più vile dei vili.

Hai mostrato una strada fatta di impegno quotidiano, limpidezza e passione.

Grazie emiliani.

Vi siete alzati, siete andati a votare, avete resistito al facile slogan, alle promesse, al nemico del quale tutto è colpa, alla politica del dito puntato.

Grazie pure al PD, che ha così tanto bisogno di cambiare, di farsi penetrare, contaminare, indirizzare non solo dai giovani ma dai temi che i ragazzi hanno portato in piazza.

Basta con la paura di perdere se si fanno cose di sinistra. Perché è vero il contrario. C’è fame di valori, di giustizia, di rispetto, di accoglienza, di democrazia.

Riprendiamo ciò che siamo.

Ricominciamo a camminare, a testa alta, fieri di quello che siamo e rappresentiamo.

Ci chiamano buonisti?

Facciano.

Preferisco. Ne sono fiera.

Sono per il diritto a vivere felice indipendentemente dal paese di provenienza o dal colore della pelle.

È una colpa?

No.

È un valore.

Guardiamoci in faccia la mattina e ricordiamoci chi siamo.

Gente che desidera la felicità di altra gente.

Perché si è felici o infelici tutti insieme.

Fanculo la paura.

Recuperiamo l’orgoglio di essere persone migliori di lui.

Perché lo siamo.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Grazie

  1. pensierini ha detto:

    Secondo me, la faccenda è più articolata, Lucia. Nella mia provincia, Parma, la maggioranza della popolazione ha votato per la Bergonzoni, il solo capoluogo ha scelto Bonaccini. Nel complesso della regione, i voti per lei, personali, hanno superato quelli per lui. Il ‘sistema Emilia’, la pervasività e, lasciamelo dire, l’arroganza del potere ‘rosso’ – alla lunga – ha disgustato parecchi progressisti. Non è vero che l’amministrazione è stata sempre buona. Ai vertici della sanità, ad esempio, da anni sono sempre stati scelti yesmen e yeswomen, fedeli e ottusi esecutori degli organi di partito. E per questo, lasciamelo dire, questo risultato è l’inizio della fine. Non ha vinto la destra per il semplice motivo che Salvini è impresentabile e che la campagna elettorale l’ha voluta guidare lui. Probabilmente, se al suo posto ci fosse stato qualcuno più ragionevole e meno stupidamente e volgarmente violento, forse come la stessa Bergonzoni (chi l’ha sentita?), la sinistra avrebbe preso la batosta storica che pronosticavo, sardine o non sardine. Io ho votato per i Volt, per dire, pur di non dare il mio voto al PD.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...