la signora bradipini

la signora bradipini lavora alla posta vicino allo stadio.

è molto buona, molto gentile e anche molto professionale, conosce un sacco di cose e fa il suo lavoro con precisione, cortesia, dedizione e serietà.

ma è lenta. lenta, leeeeeeeeenta, lenta aiutatemi a dire lenta.

la signora bradipini ha la coda di cavallo impreziosita da un legacapelli di visone (si spera finto) e la matita per gli occhi ingigantita dagli occhiali da presbite, una gonna di raso a palloncino e un golfino in tinta.

la signora bradipini ha le mani piccole, dalle unghie lungamente ricurve a mo’ di grande gallina, laccate grigio perla e dotate di pochissima motilità.

una signora bradipini in uno sportello di quartiere pieno di vecchiette pensionistiche, omini con la bolletta che scade fra un mese ma non si sa mai, ragazze in coda che aspettano di tornare in ufficio, signore col chiuahua (come diavolo si scrive sto cane assurdo?) che non concedono tre minuti alla colf figuriamoci alla signora bradipini, può generare una terza guerra mondiale.

“deeve faare un boniiiifico?”

“sì, grazie!”

“allloooora deve riempire il moduliiiino”

“posso averne uno?”

“certo, eeeeccooo quaaaaaaa… adesso lo ceeeerco…”

“grazie”

“ma dooooove si sarà caaaaacciatoooo… dunque…. eeeeeerano qui….. aspetti….. un secondo sooooooolo…”

alla fine ce la faccio, scambiamo pure due chiacchiere degne del muppet show e lascio lo sportello, dietro a me una selva di permanenti beige, dentiere arroventate e bastoni rotanti.

che il dio dei lenti protegga la signora bradipini dalla coda della posta…

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a la signora bradipini

  1. crash ha detto:

    Fantastica descrizione….sono le “unghie ricurve dotate di pochissima mobilità” che, per me, fotografano la persona. Mi immagino la signora bradipini a casa sua: vive nell’attesa di tornare al proprio lavoro, non ha altri interessi se non vedere alla tivù i “saliti ignoti”. Le mancano pochi anni alla pensione e si gongola per avere contribuito alla crescita della poste italiane…..magari ha anche venduto qualche buono fruttifero postale ordinario (no: quello indicizzato…perchè è più complicato da spiegare….).

  2. elena ha detto:

    ma che bella la signora bradipini!! Mi hai fatto morir dal ridere!

  3. stefafra ha detto:

    Un ottimo motivo per fare certe scartoffiaggini pagatorie on-line, appena ci si riesce, é proprio non trovarsi a fare la fila difronte a una signora bradipini (o peggio) con 50 vecchiette davanti.

    Peró per le vecchiette che non hanno il computer, e tantomeno la macchina, la lenta scomparsa di banche e uffici postali di periferia, insieme all’estinzione delle “Bradipini” tutte, é un problema non da poco.

  4. lucia ha detto:

    fra hai ragione da vendere, l’unico problema è se, come nel mio caso, si unisce il cretinismo tecnologico a una sfiga da campionato.
    http://luciadelchiaro.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2009/12/21/soldi-soldi-soldi-soldi/
    :)

  5. lucia ha detto:

    ps: poi è finita bene, QUALCHE MESE DOPO ma è finita bene!

  6. f.b. ha detto:

    l’ho conosciuta la signora bradipini.
    era in fila alla cassa del supermercato. davanti a me, ovviamente.

  7. Simona ha detto:

    :D secondo me alle poste le prendono tutte così..o almeno una bradipini per ogni ufficio devono assicurarla ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...