Camminare

Sono scappata di mattina presto per ritrovare le mie mura, prima di entrare a scuola.

Faceva freddo, ma ancora nessun scricchiolio di ghiaccio sotto le scarpe.

Le luci di novembre però erano tutte lì.

Perché novembre è un mese complicato, pieno di tristezza e grande pathos, la giornata finisce troppo presto, ma per consolarsi si veste da grande dama da sera, ricamata d’oro, di bronzo e di rame.

Mette tutti i gioielli che ha, fa risaltare la pelle bianca come una nuvola e gli occhi colore del cielo.

Novembre è una donna del nord più profondo, è un albero che prima di spogliarsi ti distrae affinché tu non veda, è il cielo di azzurro commovente, è la luce che diventa miele.

Novembre è un mese senza cuore, che ti lascia, senza possibilità di reagire, che ti molla lì, quasi chiedendoti di aspettare, a una panchina, il lontano ritorno del sole.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Camminare

  1. bimamma ha detto:

    Grazie per queste immagini! Ho passeggiato qualche volta sulle mura di Lucca, ma sempre in primavera o estate e questi colori bellissimi non li avevo mai visti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...