L’appello

Stamani l’appello lo fanno i miei ragazzi.

E la prof è felice di rispondere presente.

Presente al Friday for future, da aderente allo sciopero dichiarato dalla CGIL.

Presente con le mie contraddizioni e i miei dubbi di adulta non sempre coerente e non sempre del tutto convinta di alcune posizioni, ma sicuramente grata ai ragazzi per aver trovato la forza di risvegliare una società impigrita e incinicita, per averci posto ultimatum, per averci ripetuto che così non va, che non è il pianeta che stiamo bruciando, ma il loro futuro, quello dei nostri figli, che abbiano 17 o 7 anni.

Presente e memore di quando 17 anni li avevo io, e percorrevo le strade della città ed eravamo tanti, bellissimi e colorati.

Dal poco che sono riuscita a captare in questi giorni tante dinamiche e tante situazioni si assomigliano e si ripropongono identiche, il massimalismo, i simboli, le bandiere, cosa scrivere, cosa cantare.

Adesso è il loro turno.

A noi nessuna trombonaggine è concessa, che se a loro ancora tocca fare quello che provammo a fare noi, vuol dire che così efficaci non siamo stati.

Per cui, adulti che verrete, per favore, niente lezioni, che oggi, a leggerci il mondo, ci pensano i ragazzi.

Saranno belli, tanti e colorati, almeno questa è la speranza.

La speranza.

La speranza ha 17 anni, uno zaino sulle spalle e i jeans consumati sotto ai tacchi delle scarpe.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’appello

  1. marcoghibellino ha detto:

    si sà io sò strano , ma , sinceramente comincio ad odiare la parola speranza e mi sarei anche parecchio rotto i coglioni

    sperai nei cortei contro Pinochet , quando ammazzarono Giorgiana Masi, dopo la bomba Bologna e sperai sperai sperai …

    spero andando a votare

    ma il dubbio che chi visse sperando… eh ?
    cmq mi chiedo sospirando E QUINDI che alternativa ho ?

    speriamo va

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...