San Vito. Lucca

Mi è capitato di leggere una bella cosa, su San Vito che cambia, che diventa bello, curato e vissuto.

In tanti associano San Vito al Bronx, luogo di droga, di microcriminalità e di violenza.

E sicuramente ci sarà stato e ci sarà anche quello.

Ma per me San Vito ha un altro profumo.

Quello perfetto, di colonia, naftalina e varichina di mia nonna, e quello aspro di cipolla e ramato per le viti di mio nonno.

Dormire a casa loro era il mio piccolo paradiso.

Amavo quella vita pensionata scansionata dalle routine.

Mio nonno andava nell’orto molto presto, per tornare a casa venti a mezzogiorno e iniziare a tarmare la mia nonna sul fatto che era ora di pranzo.

Mia nonna mi pettinava e faceva lavare viso e culo, che non si esce di casa se uno dei due non è pulito.

Quando mi pettinava mi legava i capelli così stretti che mi pulsavano per la prima mezz’ora.

Poi la spesa.

Una piccola spesa tutti i giorni.

Il pane, la frutta, la verdura.

Poi in cucina, il pranzo, la pulizia profonda e il riposino.

Quindi, dopo l’ora di merenda, con la sedia pieghevole scendevamo in strada, a chiacchierare con le vicine dei condomini di fronte.

Mio nonno le detestava. Tanto quanto per mia nonna erano vitali.

Al tramonto i grandi pini si illuminavano, i vetri sottili di casa quasi vibravano sotto la luce insistente del sole.

Infine, dopo cena, uno sceneggiato, alla TV in bianco e nero di cucina e a letto, con qualche favola della buonanotte.

Intorno a noi San Vito, un borgo operaio, che raccontava la storia dell’Italia degli anni cinquanta e sessanta. Le lambrette, le vespe, le donne coi fazzoletti in testa, gli uomini con la berretta (così la chiamava mio nonno).

Io l’ho amata. E l’amo ancora.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a San Vito. Lucca

  1. Marcello marchini ha detto:

    Ci sono cresciuto vicino, di la dal passaggio a livello….tanti amici, qualche amore, qualche scazzottata….mio padre ci andava col triciclo a vendere il gelato….eh si, san Vito aveva una brutta fama come tutti i quartieri popolari aveva il bello ed il brutto…..
    Ricordo terrificanti partite di calcio in un campo davanti al campo di marte, la sede del PCI accanto al cinema Europa…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...