Aria di settembre

Nella mia città il settembre offre un sacco di motivi per farsi perdonare.

L’odore di frati e di zucchero filato, le luci struggenti sulle mura, l’aria che si fa fresca senza raffreddarsi, le giostre.

In campagna fichi e uva.

La sera la notte lecca le braccia e si dorme con un copriletto.

La gatta inizia a sentire il freddo e torna a volerci bene.

I libri sanno di buono e di nuovo, il lapis profuma di mina e la gomma di plastica nuova.

Mi piace comprare penne a settembre e pure quaderni e colla, senza motivo, a ben guardare.

E mine 2B per portamine 0.7, che quelle invece servono sempre.

A settembre si cammina volentieri, si sente l’aria cambiare e viene voglia di cambiare anche a noi.

E allora va fatto, prima che ottobre inizi a pioverci addosso.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...