Senza nano

Per una serie di cose da fare che non prevedono la presenza di cuccioli d’uomo io e HDC siamo a Grosseto e il piccolo è dai nonni.

È così triste che l’altro giorno ci ha guardato con un gran sorriso e ci ha detto “non è che non vi voglia bene eh… Ma… Volevo sapere… Quand’è che partite?”

Il piccolo ha, alla casa dei nonni tana e porto, bosco e merenda, giochi e coccole, la pazienza dei nonni e l’energia del nipote.

Insomma, sta, certamente, benone.

Siamo noi che ci sentiamo zoppi, un po’ storti, come un tavolino con una gamba troppo corta.

Mi sveglio la mattina e parlo piano per non svegliarlo, vedo un museo e penso a quanto gli piacerebbe, giro per strada e penso a tenerlo da parte, al riparo dalla macchine.

E lo so che tutto questo passerà, che un giorno crescerà e andrà lontano davvero e allora non resterà altro da fare che accettarlo e supportarlo.

Ma fino ad allora sarà sempre il mio nanonano, dal sorriso sdentato e dalla gioia incontenibile. E ogni metro che farò senza di lui mi sembrerà sempre un metro senza tutti i centimetri.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Senza nano

  1. marcoghibellino ha detto:

    “non è che non vi voglia bene eh… Ma… Volevo sapere… Quand’è che partite?”
    Lol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...