Perché siamo qui

Lucca, d’aspetto di ambulatorio medico.

Sono lì per un controllo da nulla, passerà presto e non ho ansie particolari.

Vicino a me, anche se a distanza covid, una signora anziana, dai corti capelli tinti di biondo, corpulenta e dolce.

Mi guarda e confessa.

Io non ho la più pallida idea di perché sia qui.

Non so perché sono venuta, non so perché proprio qui e a fare cosa.

E quindi ho paura.

La prima cosa che mi viene da fare è quella di abbracciarla. Come una bambina, lo sarà stata, anche lei, come me, tanti anni fa. E chi è stato bambino una volta prima o poi lo ritorna e sa cosa vuol dire.

Ma poi penso al covid, al fatto che potrei spaventarla ancora di più, così le sorrido inutilmente da dietro la mascherina e le dico non si preoccupi, qualunque cosa deve fare vedrà che passerà presto. È con qualcuno?

È lì con la figlia, che però è fuori, per lasciar sedere la madre a distanza covid.

Mi alzo per andarla a cercare e darle il mio posto.

Ma in quel momento mi chiamano dentro, così le faccio segno da lontano che può sedersi al mio posto, e vado.

Quando torno fuori la signora se ne è andata.

Con sé, per mano, la bambina di un tempo, forse felice di uscire all’aria aperta.

Io

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...