Quattro cuccioli

Estate, una corte di campagna, siamo a cena da amici, hanno due bambini della stessa età del piccolo.

Giocano come matti, pigolano, urlano, saltano, corrono, come deve essere.

All’improvviso arriva lui.

Un mezzogatto, avrà avuto sei mesi, forse meno.

Si guardano, i piccoli di entrambe le specie.

E decidono che il quarto amico può giocare con loro.

I grandi, me compresa, hanno all’inizio un moto di solidarietà per il piccolo micio.

Non dategli noia! Lasciatelo in pace! Non lo tormentate!

I piccoli non ne hanno l’intenzione.

Hanno intenzione di fare quello che riesce loro meglio.

Giocare.

Con un amico in più.

Il microgatto, incredibilmente, lo capisce. Sta al gioco. Si fa rincorrere e rincorre a sua volta, li torna a cercare, a coda ritta e passo smargiasso.

I piccoli gli preparano finte pappe, con foglie di basilico e di menta, acqua e colatura di gelato.

Il gatto finge di apprezzare.

I bimbi decidono allora di costruire un parco giochi per il gatto.

Sedie, tappi di spumante, fili, rampe per salire e scendere.

Il gatto è un gatto che dà soddisfazione.

Prova tutti i giochi, come un bambino alle giostre.

I bimbi e il gatto giocano così tutta la sera, ad andare e venire da ogni angolo della corte, saltando fuori all’improvviso e spaventandosi a vicenda.

A mezzanotte sono tutti e quattro stremati e raggianti.

Perché così è la vita.

E l’estate, da bambini, non ha limite.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...