Parole parole parole

A scuola ci si diverte con le parole.

Mi interessa molto, soprattutto, provare a ragionare coi ragazzi sul loro senso.

Sono in una scuola dallo spiccato orientamento umanistico, mi piace capire come si possa fare scienza anche analizzando le parole che la descrivono e la raccontano, perché le parole sono importanti, come diceva Nanni.

Stamani ho pensato a nuovo.

In scienza e in politica diventa spesso sinonimo di buono o di cattivo, a seconda di quello che conviene.

È un vaccino/farmaco “nuovo”

Dicono i novax e intendono “troppo poco testato”.

È un vaccino/farmaco “nuovo”

Dico io curiosa come una scimmia e desiderosa di parlarne e magari farlo.

È un politico nuovo!

E la cosa viene vista con favore, chiunque esso sia.

Cosa che non ho mai sinceramente capito.

Perché la novità dovrebbe contenere giocoforza vantaggio o, al contrario, sciagura?

Coi ragazzi cerco di capire che spesso usiamo parole per dire altro.

“è tutta roba chimica”

(tutto è chimica, l’amore, perfino, lo è).

“è artificiale”

(lo sono anche gli occhiali da vista, le valvole cardiache, la risonanza magnetica…).

“è naturale!”

(come la cicuta).

Nuovo, artificiale, naturale, chimico, sintetico, biologico, ecologico, provate a leggere queste parole e vedrete che non vi suoneranno “neutre”, come pure invece nascono.

Allora il nostro compito è far capire che le parole sono vestiti, le parole sono scarpe, le parole sono capelli.

Vestono, nascondono, decorano.

E c’è un unico modo per non cadere nei loro inganni.

Conoscerle.

(

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Parole parole parole

  1. AD Blues ha detto:

    Sarei davvero curioso di assistere a queste lezioni e vede come reagiscono i ragazzi

    —-Alex

  2. marcoghibellino ha detto:

    ^^ Semantica ! di primo mattino bello!

    semantica
    /se·màn·ti·ca/
    sostantivo femminile

    1.
    La scienza dei significati destinati a essere definiti e cristallizzati da parole significanti quando si tratti di nozioni o azioni, e da segnali morfologici quando si tratti di rapporti sintattici.
    2.
    In filosofia, parte della logica diretta a determinare i limiti di un linguaggio corretto e rigoroso mediante l’analisi dei ‘simboli’ linguistici d’uso comune; in senso più ristretto, lo studio delle relazioni fra espressioni linguistiche e il mondo cui si riferiscono o che dovrebbero descrivere.

    mantica
    /màn·ti·ca/
    sostantivo femminile

    L’arte della divinazione nel mondo antico. < bhè dai un pò si

    Visualizza su Medium.com

    • marcoghibellino ha detto:

      ora, non è che io ci riesca sempre eh, a volte sbrocco , e a volte sarebbe meglio tacere

      per esempio

      Matteo Salvini ha chiesto a Fedez un incontro “per conoscersi”

      ecco
      io resto fedele ad un imperativo della mia gioventù

      coi fascisti un si parla , mai!

  3. marcoghibellino ha detto:

    ^^ poi vi dirò con quale T shirt creata da lui , un mio vecchio amico ( + di 70) litografo è andato a vaccinarsi ^^ sono invidioso di non averci pensato io

  4. gipo ha detto:

    Io sarei ancora più radicale: bandirei la parola “naturale” da ogni dibattito su qualsiasi argomento :D

  5. marcoghibellino ha detto:

    T shirt del Bondi
    Se vedi un no vax spara a vista
    è più un coglione che un fascista

    si è evidentemente basato sulle leggi della stupidità umana di Carlo Maria Cipolla

    Prima Legge Fondamentale: sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione.
    Seconda Legge Fondamentale: la probabilità che una certa persona sia stupida è indipendente da qualsiasi altra caratteristica della persona stessa.
    Terza (e aurea) Legge Fondamentale: una persona stupida è una persona che causa un danno a un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita.
    Quarta Legge Fondamentale: le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare, i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, e in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore.
    Quinta Legge Fondamentale: la persona stupida è il tipo di persona più pericoloso che esista.

    Corollario: lo stupido è più pericoloso del bandito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...