Si fa che era Carnevale?

Mi si è catapultato in cucina.

Mamma! Ho una grande idea! Si fa che era Carnevale?

Perché no…

Ho pensato.

In questi giorni sospesi, che pare Natale e Natale non è.

Che fuori c’è il sole e lo guardiamo mantenendo la distanza.

Che vorrei vedere gli amici eppure non lo faccio.

Che cucino senza invitare a casa nessuno.

Sono giorni che può pure essere Carnevale, a pensarci bene.

Potendo scegliere…

E da cosa vorresti travestirti?

Da farfalla! O da bruco. Non ho ancora deciso.

Questo bimbo mio parla per metafore e non lo sa.

Preferirei farfalla, un bruco non so se lo so disegnare…

Ho proposto.

Ok!

Così ci siamo messi al sole della finestra di cucina, coi pastelli per il viso comprati e dimenticati un paio di carnevali fa, e ci siamo trasformati in farfallone colorate.

Io ho truccato lui, lui ha truccato me.

Poi siamo passati anche da babbo, ma non credo voglia che sia una pagina narrata.

E il Carnevale è arrivato a novembre, col gatto che ci guardava incuriosito e un po’schifato, e da farfalle abbiamo preparato il pranzo e mangiato, disegnato, giocato e infine, prima di uscire a sentire un pochino l’aria fresca, abbiamo pulito la faccia e siamo tornati normali.

E un po’ mi sono mancate, mentre guardavo il cielo in piazza San Martino, le mie ali immaginarie.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...