L’esame

Stasera avrò il mio piccolo esame.

Si tratta del colloquio per la conclusione dell’anno di prova, un anno decisamente particolare.

Ho tentato di mettere tutto in una presentazione, e ho cercato di riassumere un anno di storie, di progetti, di scuola.

Ho messo anche le paure, mica solo gli studenti ce le hanno: mi capiranno? Sarò all’altezza? Mi ascolteranno?

Ho cercato di metterci l’entusiasmo, le mattine in bici, quella volta che ho preso l’acqua, quelle volte che li ho visti piangere, per un voto, un fidanzato, una lite.

Avrei voluto, e non ho potuto, mettere tutti i loro volti, tutti i loro sorrisi, i loro pantaloni strappati e i capelli colorati.

Avrei voluto metterci ogni giorno di freddo, ogni gesso consumato, ogni disegno alla lavagna commentato con “Leo non ha fatto il liceo artistico eh, prof?”

Avrei voluto metterci i cappelli da babbo Natale della festa di prima delle vacanze, il ricevimento dei genitori e la faccia di chi medita vendetta perché portato dalla mamma a parlare con i professori.

Avrei voluto metterci ognuno di loro.

Perché la scuola è nient’altro che quella magica alchimia che nasce quando si impara qualcosa tutti insieme, uno accanto all’altro.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a L’esame

  1. AD Blues ha detto:

    In bocca al lupo!

  2. donna allo specchio ha detto:

    dita incrociate

  3. pensierini ha detto:

    Com’è andata? :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...