L’incredibile hulk

L’avevo comprato una vita fa. La vita prima dei figli, che nel mio caso spesso prevedeva di compare cazzate immani che inutilmente mettevo da parte in attesa di un utilizzatore che non arrivava. Fingevo fossero per me, ma sapevo anche io che era una scemenza. Ognuno fa quel che può, e alla me stessa di allora voglio molto bene, per cui le perdono molte cose: so che stava soffrendo molto.

Ma dicevo un’altra cosa.

Da tempo, in un cassetto del bagno, tenevo del cerone teatrale verde, comprato per un costume da carnevale mai alla fine realizzato: il pescatore verde di Pinocchio.

Lo avevo dimenticato, fino a ieri mattina, quando il piccolo ha emesso un grido di giubilo.

MAMMAAAAAAAAA!!! COS’È QUESTA COSA BELLISSIMA???? UN TRUCCO DA HULK!!!

Accidenti…

Non ci avevo mai pensato.

Il vecchio, intonso cerone del pescatore verde era un perfetto trucco da Hulk.

Certo che sì, lo vuoi provare?

Ho detto tenendo la mano alla me stessa di allora (vedi che ce l’hai fatta? Vedi che c’è qualcuno alto un metro che trova questo oggetto una ganzata? Vedi che è andato tutto bene?)

Abbiamo aperto la confezione.

Era secco e duro come un sasso.

Ma c’era scritto “asportabile con acqua” quindi doveva essere anche rianimabile, con l’acqua.

Ho bagnato un indice, l’ho passato sulla verde pasticca, ottenendo una crema dall’aspetto pisello.

Gli ho truccato prima la punta del naso.

Un verde bellissimo.

La fronte, le guance, il mento.

Un Hulk di quindici chili e di 105 centimetri si è materializzato nel mio bagno.

Abbiamo riso come matti.

“Presto! Andiamo a fare paura a babbo!”

“Un attimo, mi lavo il dito…”

Ma sotto l’acqua il dito è rimasto verde. Verde come hulk, verde come la speranza, verde come un prato, verde come la faccia del mi’ figliolo.

Gulp…

Ho pensato.

Ho finto serenità e ho accompagnato il novello Avenger a combattere Thanos (su pa’).

Bada bello! Ha esclamato HDC mentre rideva sorpreso.

Ma va via?

Penso di sì…

Ho mentito.

Te lo ricordi vero che alle tre c’è la videoconferenza con la psicologa dell’associazione per la relazione post-adozione da mandare al governo armeno?

Me l’ero scordato.

Ogni famiglia adottiva non deve solo essere sottoposta a mille interrogatori prima di poter abbracciare il loro bimbetto, no, devono essere controllati per alcuni anni anche dopo, per scongiurare che se li siano mangiati al forno con le patate.

E io avevo un figliolo verde.

Di un bel verde eh. Per carità.

Ma verde.

Ahem.

Senti piccolo…

Ora giochiamo al barbiere. Io ti metto tanta schiuma in faccia e faccio finta di farti la barba. Poi ti sciacquo.

Non voglio!

Sì che vuoi.

No!

Sì!

Io sono hulk!

E io la su’mamma! Fila nel bagno!

L’ho strusciato tanto che adesso ha di nuovo la pelle di quando aveva sei mesi.

La psicologa lo ha trovato in forma smagliante.

Io ho buttato la verde pasticca.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

8 risposte a L’incredibile hulk

  1. AD Blues ha detto:

    Oddio quant’ho riso!!!
    Spero che tu abbia una prova fotografica dell’esistenza di questo mini-Hulk di 105cm perché sarà una magnifica storia da raccontare negli anni a venire😁

    —-Alex

  2. donna allo specchio ha detto:

    Ionon solo ho riso, vi ho visto a fumetti, grazie per questa storia, perfetta per un 1 aprile

  3. marcoghibellino ha detto:

    ^^ splendidi!

  4. marcoghibellino ha detto:

    indovina dove sono?

  5. marcoghibellino ha detto:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...