auguri, principe

non ci aspettavamo che sarebbe andata così, ci si preoccupava semmai del tempo.

se piove? come si fa da nonna ida? meglio rimandare?

ma non che il compleanno della tua “manina intera” sarebbe stato festeggiato nella strana quarantena dove viviamo ormai da quasi un mese, con gli amici da sentire per telefono, il regalo ordinato e miracolosamente arrivato via amazon, la torta fatta con quel che c’è in casa.

e sai che c’è?

la notizia che eri al mondo ci arrivò con un ritardo di tre mesi.

la notizia che eri nostro per sempre e noi tuoi per sempre arrivò che eri al mondo già da otto.

arrivammo a casa che di mesi ne erano già passati nove.

per cui di compleanni da festeggiare ne abbiamo mille, senza tregua, ogni giorno della nostra vita, per sempre.

perché ogni giorno che ti guardo, e ridi, ogni volta che ti viene la fossetta solo in una guancia, ogni volta che vedo il tuo sorriso che parte dai canini, io sono felice che tu sia al mondo.

io sono riconoscente al mondo che ti ha portato da me.

e anche a coloro che al mondo ti hanno messo. penso a entrambi spesso, ma il giorno del tuo compleanno ancora di più.

perché io, che non credo a nulla che non sia solida roccia, con te credo agli incroci del destino, alle strane strade che i cuori fanno per raggiungere la felicità, e penso che comunque sia andata, qualunque sia stato il motivo, quella loro scelta è stata l’inizio della nostra felicità.

siamo un trapianto di cuore ben riuscito, siamo una famiglia che si arrotola in un lettone, siamo genitori del bimbo arrivato dallo spazio che da grande vuole fare il boscaiolo, il medico e l’attore.

siamo felici.

siamo felici insieme a te.

buon compleanno amore mio.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a auguri, principe

  1. AD Blues ha detto:

    Buon compleanno Leo!!!

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    Auguroni anche da qui.

  3. marcoghibellino ha detto:

    Auguri Tremendo! (un soprannome importante Leo, lo portava il mio bisnonno che guidava una diligenza tra Arezzo e Città di Castello , allora stato della Chiesa, con pistolone e doppietta perchè la zona era infestata da briganti e contrabadieri , anni 1850 1870 ) ^^

    Come regalo ^^ un pò di storie per passare il tempo

    https://www.toscanaovunquebella.it/it/chitignano/tra-sigari-e-pistole-dove-il-casentino-diventa-far-west

  4. donna allo specchio ha detto:

    Buon compleanno anche da me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...