un picnic

abbiamo fatto un picnic.

da un po’ lo avevo nelle corna.

le giornate sono calde e io non lo so, vedo il sole dall’altra parte di un vetro e non so se scalda o no.

il piccolo fa disegni al ritmo di duemilatrecento al giorno.

io spiego i legami covalenti dentro a una scatola di vetro e mi pare tutto assurdo.

così ho deciso che avevo bisogno di un picnic.

tutta la famiglia ne aveva bisogno.

perfino il gattonero che ci guarda come a dire “ma voi sempre qui state? questa è casa mia…”

e lo abbiamo fatto.

al sole, al caldo.

era troppo invitante.

abbiamo aperto le finestre, abbiamo spostato il divano, abbiamo steso un materassino per terra, abbiamo mangiato pasta al pomodoro seduti sul pavimento del salotto, rovesciato l’acqua e il gelato al cioccolato sul parquet, sgranocchiato carote appoggiati sul divano.

c’è bisogno d’aria, c’è bisogno di fantasia, c’è bisogno di inventarsi qualcosa.

fate un picnic in casa, vi sentirete scemi, ma  andrà un po’ meglio.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a un picnic

  1. AD Blues ha detto:

    Bravi!
    Ma c’erano anche le formiche? 😂

    —-Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...