Nikolaus

Oggi è Nikolaus.

Al Kunsthofpassage ci saranno i mercatini di Natale dei bambini.

I bimbi bravi troveranno dolci e caramelle nella scarpa messa fuori dalla porta.

L’aria profumerà di cannella e di Glühwein.

Il trammino giallo scenderà al Blauwunder, a Blasewitz, e farà un freddo becco.

Ma dalle finestre dei piccoli negozi brilleranno le stelle di ottone dei piccoli portacandele di Natale, Thomas sarà in ritardo mentre Arne sarà lì con me ad aspettare.

Altri amici arriveranno in bicicletta e io mi chiederò come fanno a sopravvivere.

La Bionda ordinerà un tè, la Rossa un bicchiere di vino, io un Feuerzangenbowle.

Mi manca tutto.

E tutto è così lontano e ancora così vicino.

La mia casa.

Le mie orchidee.

I miei passerotti sulla Alaunstraße.

Come vorrei avere questa e quella.

Come vorrei far prendere per mano le due Lucettine, così diverse, così uguali, così entrambe alla ricerca l’una dell’alta.

E come un elastico rimbalzo fra quella che ero e quella che sono.

E a Nikolaus, se passasse, chiederei un biglietto aereo per andarmi a cercare.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Nikolaus

  1. AD Blues ha detto:

    Ma ti sei già la somma di tutte quelle Lucettine.
    Sarebbe riduttivo ricercare solo una di quelle perché ci perderemmo la meraviglia dell donna che sei oggi.

    —-Alex

  2. donna allo specchio ha detto:

    Ben detto alex!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...