Bulli e sport, bulli e basta, basta bulli

Ho passato il pomeriggio di ieri in ANCI Toscana per un protocollo sul bullismo nello sport.

Regione Toscana, CONI, ANCI avvieranno momenti di formazione per allenatori, ragazzi, sportivi.

Perché spesso, nel mondo sportivo, si confonde l’agonismo con la violenza, verbale e non solo, la voglia di vincere con l’aggressività, la delusione della sconfitta con l’offesa per chi l’ha causata.

E mi hanno detto, confermato direi, una cosa che dà molto da pensare: i primi bulli sono gli adulti.

Adulti mai veramente cresciuti, che aizzano il loro piccolo a falciare l’attaccante della squadra avversaria, che definiscono cicciona la compagna di danza della pargoletta, negro mangiabanane il bimbo adottato del corso di nuoto.

Adulti frustrati e falliti nei propri desideri e nelle proprie aspirazioni, che caricano i loro figli di aspettative non loro, di paure non loro, di aggressività non loro, di violenza non loro.

Bambini che replicano in squadra gli schemi vissuti in famiglia, che dicono ciò che hanno sentito in macchina, a pranzo, sul divano davanti al telegiornale.

Piccoli mostri allevati da genitori violenti, egoisti, feroci.

Sui quali la sfida è lavorare.

Una sfida in salita, quasi impossibile.

Ma se vogliamo proteggere i piccoli, sono i grandi, per primi, a dover cambiare.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Bulli e sport, bulli e basta, basta bulli

  1. AD Blues ha detto:

    Assolutamente vero; non si nasce bulli o razzisti, si diventa grazie ai cattivi esempi impartiti, in primo luogo, dai genitori.

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    So di genitori che si sono picchiati, durante una partitella di calcio dei figli, a causa degli insulti che si sono detti. Gentaglia.

  3. Lucio Ciccone ha detto:

    Quanto sei brava Lucia! Sintetizzare in meno di venti righe tutto ciò che hai descritto è capacità di pochi. Complimenti!

  4. QZio alias Cugifà ha detto:

    E’ verissimo i bambini sono quello che un adulto li fa diventare.

    Non tutti gli sport però sono così!

    ci sono sport nei quali i valori di rispetto e onore sono ancora molto alti
    c’è uno sport nel quale si tende la mano all’avversario per farlo rialzare
    c’è uno sport dove non simuli di esserti fatto male per fregare l’arbitro…..piuttosto simuli di non esserti fatto male altrimenti l’arbitro non ti fa giocare
    ci sono società che hanno nel loro loro statuto la mission di FORMARE SPORTIVI CHE SIANO UOMINI DI DOMANI
    C’è il RUGBY e il c’è VALDINIEVOLE RUGBY (un po’ di pubblicità non guasta mai ;-D

    il rugby è uno sport bestiale giocato da gentiluomini di tutte le classi, di ogni età e categoria, tranne i cattivi sportivi (motto dei Barbarians)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...