L’amour

Eccole, le magnolie di Lucca, morbide come la panna, gonfie come bignè, rotonde, perlacee, bellissime.

Quando a Lucca scoppiano le magnolie è il segnale.

Le fanerogame (nozze manifeste) nome superato, ma così romantico, ci dicono che è il momento di fiorire, di mostrarsi, di tentare, di sedurre, di amare.

Sono come lo scollo di una bella donna, le spalle di un uomo, la coda del pavone, le corna del cervo.

Dicono agli insetti venite, per di qua, c’è di che godere.

Ogni pezzo del fiore è una foglia colorata, arricciata, arrotolata, ingrandita o rimpicciolita.

Un grande bricolage della riproduzione, un giro di valzer dell’evoluzione, una meraviglia selezionata dal caso e dalla necessità.

I fiori sono la rappresentazione estetica della vita che riparte, che prorompe, che non si arrende.

Mai.

Oggi, questa primavera, la dedico a voi, ragazze e ragazzi del climate strike, fiori del mondo, di ogni colore, di ogni pensiero.

Che il cielo sia azzurro sui vostri pensieri!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’amour

  1. marcoghibellino ha detto:

    gli alberi di mandorlo e di susine hanno messo mutandine di pizzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...