Non un passo indietro

Stamani andiamo a Roma. Il sindaco ed io.

A sentire gli altri sindaci, gli altri assessori, a capire come fare con questo decreto che mette in ginocchio le persone senza mettere in sicurezza le città.

Lo chiamano decreto immigrazione e trattano i richiedenti asilo peggio dei criminali. Perché dire a qualcuno “tu non esisti” per decreto è peggio che metterlo in galera, è negare la sua esistenza, la sua presenza, il suo cuore, la sua testa.

È l’annientamento della dignità creato a scopo elettorale.

In poche parole, un abominio.

E lo chiamano pure sicurezza quando butta persone disperate in strada, senza assistenza, senza cure, senza diritti.

Così andiamo.

A dire che Lucca non ci sta.

Che Lucca sa cosa vuol dire andare via. Conosce i paesi dove siamo emigrati, uno per uno, cuciti in oro, sullo stendardo azzurro dei lucchesi nel mondo, e li guarda sfilare, applaudendo commossa, la sera della festa della città.

Che Lucca sa che la sicurezza passa dall’inclusione, e l’inclusione è un lavoro lungo e paziente e sotterraneo e poco adatto ai riflettori, alla stampa spettacolo, ai social network.

Che Lucca sa che le persone hanno pari dignità, pari diritti, pari doveri.

Che Lucca è lì, con tutti loro, in piedi, a testa alta.

Chiamateci buonisti.

Mi piace sempre di più.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non un passo indietro

  1. AD Blues ha detto:

    Buon lavoro!
    Fatevi sentire

    —-Alex

  2. donna allo specchio ha detto:

    bravi!!! io odio il termine buonisti (detest molti ismi in realtà), ma tu lo pronunci con orgoglio, e questo mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...