Una valigia

Sono iniziati i saldi in città e così, ieri sera, sulla strada di casa, ho guardato qualche vetrina.

L’occhio mi è caduto su una valigia.

LA valigia. La valigia perfetta.

Leggerissima, ben fatta, ruote silenziose, spallacci per trasformarla in zaino, un colore bellissimo, il 30% di sconto.

L’ho presa fra le mani e improvvisamente i gate della lufthansa mi si sono figurati davanti.

La stanchezza appesa agli occhi, l’attesa dell’imbarco, il tè vicino ai giornali, la voglia di arrivare o quella di partire, a seconda delle destinazioni.

Accanto a me una valigia, o uno zaino o entrambe le cose, un libro, un lettore mp3 (eppure non era moltissimo tempo fa).

Die Zeit fra le mani, o le Monde o quel che capitava, purché fosse una lingua leggibile.

Amavo guardare fuori gli aerei dormire in attesa della partenza.

Amavo il posto al finestrino.

Amavo conoscere ogni tanto il vicino di poltrona.

Amavo viaggiare.

Era tutta la mia vita.

Da tanto tempo sono ferma.

Da molto non compro valigie.

Ma forse, domani, quella bella valigia rossa me la prendo.

E tre biglietti aerei un giorno arriveranno pure.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Una valigia

  1. AD Blues ha detto:

    Siiiiiii!!!

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    Buon viaggio, allora! :-)

  3. paleomiki ha detto:

    All’atterraggio c’è già qualcuno che vi aspetta!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...