Daccapo

Siamo passati da Daccapo.

Il centro del riuso solidale.

Cercavo qualcuno dei loro mobili, fatti dalla falegnameria riciclando vecchio legno.

Ne sono uscita con:

Una yogurtiera.

Un vasetto di vetro.

Un elefante, uno squalo, un polpo di plastica.

Un ombrello.

Il sorriso di chi ha parlato con gente straordinaria.

Voi lo conoscete daccapo?

Funziona così:

Quando devi buttare via qualcosa vai all’Isola ecologica. No?

Bene, daccapo è lì accanto.

Puoi regalarlo a loro.

Loro lo puliscono, lo tingono, lo sistemano, lo aggiustano.

Se invece cerchi qualcosa vai da loro.

Se non hai soldi non è grave, per chi non ha soldi daccapo è gratis.

Se hai soldi puoi pagare una cifra, quasi simbolica, che aiuta daccapo a sopravvivere.

I mobili che fanno loro e che ho ordinato io sono le uniche cose che hanno un prezzo a due cifre, ma si badi bene: sono molto, molto, più belli di qualsiasi altro mobile comprabile.

Perché sono di legno vero, recuperato e non sprecato, perché sono fatti con gusto, con amore e con attenzione.

Insomma, andare a daccapo non è mai un viaggio a vuoto, fatelo, uscirete sorridendo.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Daccapo

  1. marcoghibellino ha detto:

    ^^ Peccato che Lucca per me è un pò fuori mano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...