E il piddì? (Reloaded)

Bene. Sto notando che la reazione dei grillini, davanti a un decreto votato all’unanimità dal consiglio dei ministri e che non solo metterà il paese in un caos studiato a tavolino per puro calcolo elettorale, ma lo fa sulla pelle di povera gente arrivata qui in condizioni disperate, non vanno oltre e il piddì?

Che alla fine è un po’ come rispondere e le foibe? Quando si parla di stragi nazifasciste, o e i marò? In tutti gli altri casi.

Dimostrando non solo una capacità di analisi politica degna di Rocco Casalino, ma, per chi invece magari fosse dotato d’intelletto, di un cinismo senza pari.

Io l’ho detestato il piddì. Come si detesta la moglie di quello che ti ha lasciato innamorata a vent’anni, come il nuovo compagno di tua madre quando i tuoi hanno appena divorziato.

Il piddì ha rappresentato, per me, la fine delle riunioni, delle serate, della vita collettiva, dei pianti e delle risate.

Si badi bene: non il piddì di matteorenzi, il piddì-punto, quello di D’Alema (mon amour) Fassino, Bersani.

Quello di Veltroni segretario.

L’ho scritto per anni.

Se si prendono dagli archivi i post di questo blogghino del 2008, ogni tanto mi incazzavo, ogni tanto piangevo, e il colpevole era sempre uno: il piddì.

Però, ma porcocaneimpestatoladro, se ci arrivo io, a capire che peggio di questa roba qui non c’è molto altro da scavare, se ci arrivo io, che non ho mai buttato via la mia piccola, identitaria, forse ingenua, bandiera rossa, che mi sono sempre rifiutata di mutarla in bianco, che i simboli sono importanti e servono per consolare il cuore, se ci arrivo io, che vi manca a voialtri per capire che per vendicarsi di una classe politica che vi ha deluso state diventando complici del peggiore governo della storia?

O forse Rocco Casalino è intelligentissimo…

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

10 risposte a E il piddì? (Reloaded)

  1. marcoghibellino ha detto:

    lo sai per quanto riguarda il PD concordo appieno , la tua storia è molto simile alla mia , i leghisti sono nazisti e quindi va da se, ma per i grillini ci rinuncio, ormai l’unico metodo che ho per parlare di loro è applicando i dettami di Lombroso

  2. AD Blues ha detto:

    Putroppo i grillini non riescono ad esprimere alcun concetto che non sia stato dettato loro dal loro personale grande fratello quindi quando vengono interrogati su un argomento per il quale non esistono direttive si limitano a funzionare in “fail safe mode” e rispondere come dici.

    Detto questo, non posso che associarmi al disgusto.

    —Alex

  3. pensierini ha detto:

    Forse l’ho gia’ scritto qui sopra, non so. Ebbi l’occasione di ascoltare un appassionato e appassionante discorso di Veltroni, dal vivo, ad una festa dell’Unita’. Ne rimasi assai colpita, ad un passo dall’iscrizione. Con tutto il rispetto, questi di adesso sono robetta.

  4. laperfezionestanca ha detto:

    Aridatece Baffone!

  5. marcoghibellino ha detto:

    ^__^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...