Lotteria!

alla fine abbiamo salutato i bimbi saharawi e le loro famiglie toscane con una bellissima cena a Antraccoli.

Tanta gente a mangiare, tanti volontari a cucinare prima, servire poi, pulire dopo.

Il piccolo che correva da un punto all’altro del prato come un moscone felice.

Una serata di bella, unita, umanità, di quelle di cui si sente così forte il bisogno di questi tempi.

Prima della cena il piccolo è andato a curiosare fra i premi della lotteria.

Non sapeva cosa fosse una lotteria, ma una cosa l’avrebbe tanto desiderata vincere: un cesto che conteneva un salvadanaio giallo dalle stelle rosse.

Così, fra il primo e il secondo, quando è passata la signora che vendeva i biglietti, ne abbiamo comprati un po’, per vedere se la sorte avrebbe accontentato il nano.

La cena è andata avanti, fra i saluti della gente, le risate, la serenità.

A me è venuto da pensare che l’ultimo baluardo contro la barbarie restano le serate come queste: fino a che esisterà qualcuno che ha voglia di cucinare per chi è più debole, più fragile, meno protetto, forse questo paese che invecchia come una vecchia carogna, si può ancora salvare.

Dopo cena l’estrazione.

Tantissimi numeri, tantissimi premi, nessuno fra i biglietti nelle manine del piccolo.

Come mai non abbiamo vinto, mamma?

Perché siamo stati sfortunati, cucciolo.

Oh poveri noi!

Ha commentato con aria tragica.

Dopo i saluti di rito, sotto una Luna sgonfia, dopo l’esibizione di venerdì, ci siamo avviati alla macchina.

Una ragazza si è avvicinata.

Due grandi occhi e un gran sorriso.

Ho vinto il premio col salvadanaio… quello che piaceva tanto al bimbo, glielo posso regalare?

Ho chiamato il piccolo, abbiamo finto una minilotteria supplementare, la ragazza gli ha consegnato il premio dei suoi sogni.

Lui lo ha accarezzato, prima con le mani e poi con la guancia.

Felice come un passero è andato fino alla macchina esultando.

Si è addormentato in un istante, felice.

E alla dolce ragazza, dal sorriso e i grandi occhi, dedico questo inizio di settimana, perché in un mare di oscena barbarie, la gentilezza è la barca che ci tiene a galla.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Lotteria!

  1. AD Blues ha detto:

    Semplicemente bellissimo

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    Gentilezza ok, ma soprattutto altruismo, almeno secondo me.

  3. Cruschello ha detto:

    “ne abbiamo conprati un po’”. L’ha scritto il piccolo questo post?

  4. donna allo specchio ha detto:

    che bel post! ci vuole un po di gentilezza e di altruismo in questo mondo cinico (e non chiamateci buonisti, siamo semplicemente buoni e gentili)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...