Sedici anni

In questi giorni di mondo all’incontrario capita di notare quello che prima non notavi.

Coda alla cassa di grande magazzino, davanti a me una signora che ha comprato un intero reparto, dietro di me due ciarliere ragazzine.

Chi mi conosce lo sa bene, non riesco a non ascoltare chi mi chiacchiera vicino, sono un’appassionata di storie degli altri, che si tratti di pensionati in fila alle poste o di ragazzini sull’autobus o, appunto, ragazzine in fila ai grandi magazzini.

No, cioè, siccome, quando ho capito cosa voleva dire ci sono rimasta di merda…

Oddio… cosa avrà detto il mostro alla sedicenne? Forse lo so, forse non la ama più, forse non l’ha mai amata, forse avrà evidenziato “una certa disparità di sentimenti”, chissà…

Continuo ad ascoltare.

Ero in circolare (autobus per i non lucchesi) e piangevo come una scema…

Dai…

Guardavo il cellulare e niente.

A un certo punto non ho resistito.

Mi sono girata fingendo interesse per le offerte dei calzini e le ho guardate.

Avevo voglia di dare un volto alle due amiche, capire se erano come me e Elisa, me e Ilaria, me e Vale.

Eccole, le due sedicenni.

Una bionda come il sole, la coda di cavallo, le guance rosse dall’emozione.

L’altra nera di pelle e di capelli, lunghe trecce e gambe da star.

Non ce la faranno mai.

Perché le sedicenni che parlano d’amore, di Salvini se ne fottono.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Sedici anni

  1. AD Blues ha detto:

    Sì, ne sono convinto ma nonostante se ne freghino dovranno patire più del dovuto per colpa dei poveri minorati plagiati da Salvini e Co. che magari pretenderanno che la ragazza con le gambe da star usi una circolare differente o non entri al supermercato.

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    Mi verrebbe da dire: Beata gioventu’, ma spesso ‘la gioventu’ e’ piu’ solitaria della vecchiaia’ (A. Frank). Nell’eta’ adulta, magari hai delle difficolta’, anche gravi, ma raramente sei sola ad affrontarle. Ti sei costruito un gruppo di supporto che ti sostiene e ti aiuta. E’ una benedizione.

  3. marcoghibellino ha detto:

    No tesoro mio, davvero, infondo ti invidio, invidio la tua capacità di vedere sempre il lato positivo delle cose e delle persone .
    Anche se spesso non concordo ; lasciamo da parte per un attimo Anna Frank che poverina ha vissuto in un periodo molto particolare e la possiamo ascrivere nel novero dei casi estremi;

    tu dici ( tratto da lei)
    ‘la gioventu’ e’ piu’ solitaria della vecchiaia
    non concordo, intanto da giovani ci si può muovere e da vecchi molto meno , e muoversi significa socializzare
    poi , con il calo demografico , il numero di anziani soli è in drammatico aumento , quando ci sono,
    i figli/e adulti spesso abitano lontano per motivi di lavoro,
    se intendi dire che l’adolescenza è un periodo moooolto complicato , concordo, ma è un momento di passaggio
    la tendenza a ridurre TUTTE le pensioni (se mai ce la daranno) , indovina a chi creerà problemi?

    In sintesi:

    la veggho buia!

    • pensierini ha detto:

      Pero’ i vecchi hanno una rete di protezione di amici che non lascia mai soli. I giovani chi hanno? I genitori, con cui sono in conflitto, e qualche amicizia piu’ o meno superficiale. Io non vedo l’ora di invecchiare :-)

      • pensierini ha detto:

        Famose a capi’: un po’ vecchia lo sono gia’, con tutto quel che segue. Ma non a livello di un ottuagenario, circondato da uno stuolo di amici :-)

    • pensierini ha detto:

      Dimenticavo: non invidiarmi, non sono una santa :-)

  4. marcoghibellino ha detto:

    ripeto, farsi guidare dal cuore quando si parla e si scrive ( e io sono uno …fumino e passionale eh) è una bella cosa ma si rischia di non vedere l’insieme delle situazioni, vedere cioè le cose solo come vorremmo fossero ( si rischia anche l’opposto sia chiaro ) ergo è fondamentale informarsi, e , informarsi in modo critico.

    http://www.nonprofitonline.it/default.asp?id=490&id_n=4416

    http://www.stopsolitudine.com/stopsolitudine/node/84

    negli ultimi mesi c’è stato circa un caso al mese di persone trovate decedute per cause naturali , dopo mesi e mesi.

    • pensierini ha detto:

      Si’, hai ragione, ci sono anche tanti vecchi soli, senza la rete di protezione di persone care e fidate su cui contare. Specie nelle citta’ grandi, immagino. E’ una vecchiaia tristissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...