Archivi del mese: aprile 2018

Firenze, all’improvviso

A Firenze per lavoro. Come altre volte, del resto, recentemente. E come altre volte, nel viaggio, presa da mille telefonate, la posta gestita dal telefono, Whatsapp che brucia, i pensieri anche. Poi capita che esci da un ascensore, giri a … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

scarpe

Ho deciso! Metto a posto le mie scarpe. Stai bene? Hai la febbre? Temi la morte? L’inferno? La dannazione eterna? Imbecille. Non succede mica così raramente… Mah, vedi tu… sotto quel mobile ce ne sono un paio o due dalla … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Hair

Sono entrata nel tunnel dei capelli corti. L’ultima volta era stato il 1999, il secolo scorso, e avevo giurato che non sarebbe successo di nuovo. Invece, verso fine estate, invece del solito centimetro ho tagliato fin sotto le orecchie. E … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Da farneta

Io sono cresciuta a farneta. E su questo ormai credo di aver rotto le scatole abbastanza. Ma c’è una persona che a farneta, da piccola si è occupata di me. A dire il vero, sono molte. Ma questa persona ha … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Dai nonni

Ieri sera il piccolo è tornato a casa dopo di me. I nonni, santi subito, lo avevano guardato tutto il giorno, convalescente dell’ennesima febbrata, non sta andando all’asilo questa settimana. Ha perfino cenato da loro e ce lo hanno riconsegnato … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Uccellini

Sull’arancio della corte sotto casa è tornato l’usignolo. Con aspirazioni a metà fra il sanremese e il gorgheggio barocco. Arriva la mattina (sono le 5.50 ma è in forma dalle 5), apre il leggio, si schiarisce la voce e va. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Le quattro del mattino

Le quattro del mattino. Da tre giorni di seguito. Sveglia, impossibile riaddormentarsi. La primavera mi rifrulla l’ipotalamo, il bimbo mi urla che mi vuole nel suo letto, stramazzo insieme a lui alle dieci raccontandogli storie che ormai viaggiano da sole … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento