In bici

Corro da un posto all’altro della città, presa da mille riunioni.

Per far presto prendo la bici.

Fa freddo, freddissimo, fa così freddo che il naso e per orecchie la prendono sul personale.

Frizzano e sembrano staccarsi da un momento all’altro.

Ma mi piace la mia città quando sa di bucato.

Quando il cielo è una pagina azzurra tutta da scrivere, quando sui Fossi l’aria diventa fredda come un serpente, quando si incrociano le mura e si vede l’oro sfacciato degli alberi.

Mi piace la mia città quando la sfreccio via sotto le ruote, ballando sul selciato, ridendo come una scema senza motivo.

Mi piace, e vorrei lo stesso essere altrove, a vedere altri cieli, altro giallo, altro blu.

Mi chiedo se tutte le altre città che amo siano belle anche loro, anche se non ci sono, a guardarle, prigioniera della mia, anche se sono lontana.

Ogni città avrà una pazza in bicicletta che sballonzola ridendo come una bambina, ogni città avrà i suoi occhi stupiti, meravigliati, innamorati dei suoi muri e dei suoi cieli.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a In bici

  1. AD Blues ha detto:

    Ma non potrà mai essere più fredda di Dresda!

    —-Alex

  2. pensierini ha detto:

    Consiglio una sciarpa e una bella cuffiona fatte ai ferri, hand made! :-D

  3. donna allo specchio ha detto:

    e i leggins o calze di lana da indossare sotto la gonna o i pantaloni ! (lo so che fa un po babbiona, ma contro le temperature negative non c’è maggior rimedio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...