Una casina

Mancano pochi minuti e poi la vedrò.

La casina dei libri.

Un posto dove i libri possano rifugiarsi quando piove e che potranno lasciare col bel tempo.

Una casa con le ruote, per farla andare dove ce ne sia più voglia.

Una casa perché l’essere umano di due cose ha bisogno, di pane e di rose: della sicurezza di un tetto e del piacere di un libro.

Un casa di legno, fatta con amore, voluta con passione.

La politica è fatta di cose grandi e tempi lunghi: ci vogliono mesi, anni a volte, per veder realizzato un sogno, una visione.

Ma a volte è fatta anche di cose piccole, di primi passi, di desideri realizzati in qualche settimana.

Complice la ferrea volontà di una entusiasta lettrice e l’abilità di bravi falegnami.

Oggi inauguriamo a Lucca la casa dei libri, sognando un tetto e un libro per ognuno di noi.

“Il vero luogo natìo è dove si è posato il primo sguardo consapevole su noi stessi, la mia prima patria sono stati i libri”

M. Yourcenar

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una casina

  1. AD Blues ha detto:

    Bravi bravi!

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    Non per banalizzare, ma soprattutto ‘un tetto’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...