Eccomi qua

Non so più, da quanto tempo, non viaggiavo per lavoro.

E ritrovare una camera d’albergo, diversa eppure identica alle mille che ho avuto, mi ha quasi, paradossalmente, fatto sentire a casa.

Mi ha ricordato di quando volavo, senza tregua, fra i continenti, le città, i paesi.

Mi ha ricordato come cercassi, con un dentifricio e uno spazzolino, di rendere mio un bagno per due, tre giorni.

Mi ha ricordato come gettavo il pigiama, sul guanciale, come primo gesto una volta aperta la valigia, per segnare il territorio, come un bassotto contro un albero.

Mi ha ricordato che c’è stato un tempo strano, sospeso, spesso bellissimo, a volte triste, fatto di stanze da sola, di lenzuola bianche e intonse, di guanciali eccessivi e di tende da scostare la mattina per scoprire dov’ero finita.

Non so se tornerei a quella vita, ma ricordarla mi permette di ricordare chi sono adesso.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Eccomi qua

  1. AD Blues ha detto:

    Buon viaggio allora!
    Hai già scostato le tende per sapere dove sei finita? :)

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    Lo sappiamo tutti: non ci torneresti più a quella vita, dopo che hai conosciuto HDC e il Principe. :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...