Un mazzo di fiori

Fiordalisi rinsecchiti, piscialletti minuscoli, carote selvatiche (settembre è, a farneta, il mese delle carote selvatiche) qualche rimasuglio fiorito di un cavolo tallito, due o tre rametti di nepitella fiorita.

Strinti nella mano dalle unghie nere dal troppo divertirsi.

Dei sandali di gomma, due ginocchia sbucciate, pantaloncini di cotone lerci e un po’ storti.

La corsa verso casa.

“Nonna! Nonna!”

La consegna trionfante del trofeo, come la miss al giro d’Italia.

Il sorriso orgoglioso e furbo di chi ha fatto una cosa da grandi.

Il piccolo cresce, sulle strade polverose e impastate di fichi caduti, il piccolo corre, il piccolo vola.

E io arranco dietro ridendo come una bambina.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un mazzo di fiori

  1. AD Blues ha detto:

    Cresce bene!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...