Raccontando

Sono stata a un meeting di teatro sociale.

Ci sono andata coi tacchi e le intenzioni da assessora.

E quando mi hanno presentato ho fatto il mio discorso serio da assessora.

E poi loro hanno iniziato a raccontare storie.

E a metterle in scena.

E a fare domande.

E ad ascoltare risposte.

E se qualcuno chiede una storia come fa l’assessora a far tacere lucettina?

Non è proprio possibile.

Così ho visto mettere in scena la Mia Storia.

Che poi voi la conoscete già.

Perché è la storia di Norso.

Che ho raccontato, che ho visto sul palco e che mi ha commosso di nuovo, come se un pezzo del mio cuore fosse rimasto chino su quella cullina lontana che odorava di bimbo, di latte e di vecchio divano.

Il teatro è il posto dove si mostrano le storie.

E come ho sentito dire ieri sera, una storia, una volta raccontata, vola via, viene a volte ricordata e ripetuta e raccontata.

A volte no.

L’importante è liberarle, le storie, sennò si annoiano.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Raccontando

  1. pensierini ha detto:

    Non è detto, che si annoino. Magari sarebbero anche più contente, se non fossero raccontate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...