Il glicine ribelle

Me lo hanno regalato il signor burberoni e signora per il compleanno.

Un glicine, da piantare a casa di nonna ida.

Insieme a un’olea fragrans.

È la prima volta che posso decidere dove piantare qualcosa che resti per anni e la cosa mi mette pensiero. 

Dove sarà il posto giusto? Come crescerà? A chi o a cosa farà ombra? Sarà ingombrante? Invadente? Pesante? 

Adesso sono piccoli arbusti, ma tutti sanno che pure i baobab, una volta sonno stati piccolini.

Così, dopo aver a lungo meditato sul dove, finalmente, HTC munito di vanga con il piccolo principe aiutante introgolone, lo hanno messo a un pilastro della capanna. 

Con anche, per aiutarlo, un graticcio comprato apposta.

C’è però un piccolo dettaglio. 

Il glicine, di attaccarsi al graticcio, non ne vuole sapere.

Ogni sera, dopo averlo annaffiato, lo avvicino al graticcio e avvio i polloni fra le sue maglie.

Ogni mattina lo trovo spettinato, polloni al  vento che fischietta con il merlo.

È un glicine ribelle, testone, ostinato, cocciuto e bellissimo.

Secondo me è armeno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il glicine ribelle

  1. AD Blues ha detto:

    Mi piace l’idea del glicine cocciuto ed armeno!

    :)

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    uh uh… cosa si scopre… ;-) :-D hai provato a mettere dei delicatissimi laccetti, al glicine si capsice, per convincerlo ad avvinghiarsi? :-)

  3. marcoghibellino ha detto:

    2004 nuova casa con piccolo giardino , grossa siepe e grande glicine serpentino
    2005 la siepe si avvia a diventare una gloriosa jungla il glicine tace ; quello del carrozziere a 30 m copre la recinzione dell’officina di cascate di grappoli azurrini e io rinchio di invidia
    2006 io continuo ringhiare
    2007 3 grappoli ==

    2015 il mio glicine esplode improvvisamente di fiori 00 WTF!?
    e continua anche ora
    forse doveva solo conoscermi meglio , valli a capire i glicini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...