Bimba

Vi presento “Bimba”.

Sì, lo so, molti di voi la conoscevano già come “sportivo curious” il cugino sportivo di giorgiocurioso, fanatico del jogging, un po’ spaccone e smargiasso.

Mi ero sbagliata.

Un po’ come quando da bambina il papero del prete, Arturo (era il nome del papero, non del prete) a primavera si mise a far uova come se niente fosse. Il prete sospirò, ringraziò il Signore e infine presentò Artura a tutto il paese.

Così oggi sono a presentarvi Bimba. Una cara amica del principe, che condivide con Norso, una giraffa e un coccodrillo (a volte anche un elefante) il suo lettino e che spesso lo tiene per mano per farlo dormire. 

In effetti credo che mio figlio abbia saputo vedere dove io non ho visto. 

Non so perché avevo subito deciso che The jogger fosse un maschio, non lo avevo neanche chiamato “George”, perché si sa, di George ce n’è uno solo, anzi due.

La dolcezza del sorriso, lo sguardo gentile, doveva farmi subito capire che si trattava di una bimba, il principe lo ha capito subito in effetti. 

È così, spesso attribuiamo agli amici e a chi vogliamo bene delle caratteristiche che abbiano in realtà deciso noi, sulla base di non si sa bene quale idea preconcetta.

Uomini, donne, scimmie, giraffe, elefanti.

Decidiamo chi sia maschio, femmina, intelligente, asino, buono o cattivo. 

Colleghiamo caratteristiche neutre a qualcosa che neutro non è, il colore della pelle ci dice se chi ci viene incontro con un sorriso vuole chiederci dei soldi o solo un’indicazione stradale, dove vive ci dice se ruberà nelle nostre case, come si veste ci dirà se è maschio, femmina o, al limite, indeciso. 

Non è così. Si chiamano “apparenze” e ingannano come dice la frase fatta. 

Ognuno di noi è come è, ma a volte ci vogliono gli occhi di un bimbo per capirlo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Bimba

  1. AD Blues ha detto:

    Verissimo!

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    W il pipponcino! <3

  3. Valeria ha detto:

    Che meraviglia! I piccoli vanno oltre. Durante uno spettacolo di teatrodanza molto bello (“Il colore rosa”) sul tema del genere, alla domanda “L’universo è maschio o femmina?”, un gruppo di bambini ha risposto in coro “Femmina!”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...