Archivi del mese: marzo 2017

due alberi

ho fatto una strada diversa ieri sera per tornare a casa. una strada un pochino più lunga ma con meno macchine, che passa da pescheti, campi, fossi confinati da pioppi giganti. la luce del sole ancora resisteva una curva dopo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Cecatona

Sono andata a fare ginnastica in acqua. Ogni tanto riusciamo a tornare in piscina. Di solito metto le lenti a contatto, in modo da poter starnazzare in libertà, non riesco a fare come molte mie compagne di corso, impeccabili come … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Si sente

La prima cosa che mi colpì atterrando in India fu l’odore.  Un odore che non mi abbandonò neanche tornando a casa, per settimane.  Un misto di fiori, smog, cardamomo e cane bagnato.  Anche dresda ha il suo odore, d’inverno odora … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Mare

Ho sognato il mare, tartarughe marine e grandissime onde.  Facevo cose senza senso, come nei sogni migliori, avevo una zattera di pietre di scoglio e ci andavo veloce dalla costa fino all’isola d’elba. e le tartarughe facevano centinaia di uova, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

compagno di giochi

ieri sera ho giocato col principe. non che prima non ci giocassi, però diciamo che c’è stato un salto quantico non indifferente. prima io ci giocavo per far divertire lui. e mi piaceva, per carità. ma ieri sera abbiamo giocato … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

Italiani curdi, una faccia una razza 

Il tassista è allegro e ottimista.  “Non abbia paura di perdere l’autobus! Questa città è piccolissima e la conosco come le mie tasche! In dieci minuti vado da una parte all’altra!” Ha gli occhi chiarissimi, quasi trasparenti, color vetro. Come … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Heidelberg, di notte

cammino senza fare rumore, per le strade di heidelberg di notte. i sanpietrini assomigliano ora a quelli di lucca, piccoli, gentili, borghesi, ora a quelli di dresda, feroci pietre distanti e spaccamuscoli. la città è piccolissima, case colorate dalle finestre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

auguri a tutti

a tutte le migranti, che pagano sempre il biglietto più doloroso. a tutte le lavoratrici donne in una società di uomini, incalzate dalle giornate, dagli orari, dal bisogno di fare tutto bene, tutto meglio, tutto prima degli uomini. a tutte … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

mixed feelings

all’aeroporto di bologna non tira forte il vento come a firenze, dove ci hanno caricato sotto una pioggia sottile per metterci su un autobus e farci partire da un’altra parte. l’aeroporto di bologna è un posto un po’ speciale. è … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 7 commenti

in acqua

grazie ai suoceri compiacenti ci siamo concessi un pomeriggio di piscina. mentre il piccolo dormiva, a casa, nel suo lettino, la sua mamma ritrovava l’amica di sempre: l’acqua. un’acqua addomesticata, piastrellata, clorata, divisa in strisce azzurre da filze galleggianti color … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento