all’asilo

all’asilo del piccolo era la giornata bimbi-genitori.

abbiamo prima guardato una cosa tutti insieme e poi abbiamo fatto un disegno.

mi guardava come a chiedere “come mai sei qui?”

un pochino forse aveva ragione, quello è il suo mondo, il posto dove lui sta quando io non ci sono.

dove appunta le matite (mio figlio sa appuntare una matita, io ero rimasta che non sapeva usare un pennarello… parliamone…), sceglie il colore del pastello (“mamma! BU!”) e gira fra i banchini e le seggioline perfettamente a suo agio, nel mondo per nani fatto apposta per lui e per i suoi amici.

e noialtri genitori, sulle seggioline come grandi pachidermi commossi come scemi, a colorare insieme, a incollare cartoncini, fiori, locomotive.

alla fine abbiamo anche avuto i biscotti.

e io mi sono sentita felice ospite della vita di mio figlio, circondata dai suoi amici, ho potuto finalmente capire chi sono “Matti” e “Mogga”, ho conosciuto Lina, ringraziato Lisa, e preso per mano Chiara.

sopratutto ho guardato il microbo fare cose che non conoscevo.

appuntare le matite, sì, ma anche scegliere cosa gli piace veramente, rimettere a posto un pastello, litigarsi un pennarello, incollare con la colla stic, sporcarsi le mani di blu, di verde e di arancio.

ho visto il mondo piccolo dei bimbi piccoli e mi sono sentita un po’ gulliver un po’ riccioli d’oro un po’ piccolo principe.

perché ricordare che anche io, un tempo, ho avuto due anni, mi ha fatto bene al cuore.

perché pensare che in qualche stanza protetta dell’animo quella bambina ancora giochi felice con la bambola caterina e la sua amata nonna scalda il cuore e rende i problemi di ogni giorno del tutto relativi.

tornerò a lavorare, ma lungo la fondovalle guiderò la macchina con l’animo assolutamente più leggero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a all’asilo

  1. marcoghibellino ha detto:

    Si quel bambino/a dentro vive sempre, ma non teniamolo troppo nascosto ^^

    U.U a me mi * ha salvato aver coltivato con cura il mio complesso di Peter Pan

    * si si lo sò che non si scrive a me mi … pallosi!

  2. donna allo specchio ha detto:

    è bello vedere il mondo con gli occhi dei bimbi!! in questo chi ha figli è fortunato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...