Bollita 

Ha iniziato lui. 

Diarrea e vomito tipo esorcista.

Il piccino è stato male un paio di giorni, senza mai, mai, mai smettere un secondo di “intremotare” come diceva la mia nonna. 

Giochi, salti, corse, libri da guardare, cose da fare, macchinine, palline, gattonero vieni qui, mamma mamma mamma maaaaammmaaaaaa!!!

Non si è fermato un solo istante. 

Poi me l’ha attaccata. 

38.5 di febbre, nausea come su un gommone, mal di testa e mal di pancia. 

Incapace di stare in piedi, tremante di freddo, alcuna voglia di mangiare, solo di stare ferma, immobile, tappata in camera al buio senza rumori, senza luce, senza parlare. 

Una giornata da catorcio, da vecchia gallina rincotta, da rottame.

Ho dormito a intervalli regolari dalle sei del pomeriggio alle sei del mattino dopo, come un bradipo.

Il giorno dopo, pigiama, ciabatte e capelli sudici.

Ah, la gioventù…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Bollita 

  1. marcoghibellino ha detto:

    del Principe ^^, io ho mio fratello in queste condizioni, come se non bastasse la mamma con un inizio di halzeimer e il gattopeloso operato 2 volte in 7 giorni =.=

  2. AD Blues ha detto:

    Come state adesso?
    <3
    Bacilli a tutti e due!

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...