mixed feelings

all’aeroporto di bologna non tira forte il vento come a firenze, dove ci hanno caricato sotto una pioggia sottile per metterci su un autobus e farci partire da un’altra parte.

l’aeroporto di bologna è un posto un po’ speciale.

è da dove siamo partiti per andare a prenderci il principe, che la cicogna, rincoglionita, aveva depositato in armenia, invece che so, a farneta, dove sarebbe stato assai più facile recuperarlo.

così, sullo sgabellino girevole del tavolino “ricaricatelefoni” guardo fuori, gli aerei addormentati e il cielo marmorizzato che si colora delle smagliature del tramonto precoce.

una ragazza parla al telefono della sua storia d’amore, lui è un cretino, che la tratta da donna pallosa e pesante ogni volta che lei prova a parlare di letteratura, politica, femminismo. lei se ne lamenta con l’amica e si chiede cosa farne, di un uomo del genere.

sono tentata di darle un suggerimento, ma poi mi sforzo di fare la persona adulta che non si immischia nelle telefonate degli altri e torno a guardare gli aerei addormentati.

quando proprio mi annoio di guardare il cielo faccio un giro di giostra sullo sgabello, posso sforzarmi quanto voglio, ma uno sgabello girevole sarà SEMPRE un giro di giostra da non perdere.

guardo il meteo di Heidelberg che annuncia pioggia ininterrotta per tutti i giorni che sarò lì.

pazienza.

sono via di casa, senza gli altri due, da poche ore.

sono via per lavoro ma sono anche curiosa di vedere dove sia finita la lucettina degli aeroporti, la lucettina delle valigie, quella del blogghino scritto in una camera d’albergo, quella che guarda i tedeschi come se fosse al cinema, divertita e innamorata e ancora incredula che esistano e che esistano “così”.

sono venuta a cercare la lucettina giramondo, per dirle che ha una casa, e che a casa va tutto bene.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a mixed feelings

  1. pensierini ha detto:

    Brava, lucettina giramondo_con_casa_dove_va_tutto_bene! Ottima cosa, recuperare la propria identità di lavoratrice e professionista, e non solo quella di moglie e madre. Buon otto marzo, cara: vuol dire proprio questo, secondo me.

  2. marcoghibellino ha detto:

    – la tratta da donna pallosa e pesante ogni volta che lei prova a parlare di letteratura, politica, femminismo. –
    ci deve essere qualcosa che non và, ma ste donne interessanti colte e intelligenti tutte con buzzurri macho partite SUV e smartphone stanno?
    se sò così ganze , valutare e pensarci prima mai?
    ci starebbe un vaffa ma non vale la pena , ve lo meritate Trump ( cit Moretti )

  3. AD Blues ha detto:

    Secondo me basta poco per riprenderci la mano

    —Alex

  4. ohana ha detto:

    Gute Reise

  5. donna allo specchio ha detto:

    quoto marcoghibellino

  6. donna allo specchio ha detto:

    avevo una conoscente, italo-francese, piena di titoli di studio che me li sogno che stava con questo ragazzo italiano macho di quelli descritti da marco (da il il quoto) e se ne lagnava con un’amica e me,. Lui si faceva negare quando lei lo chiamava, pretendeva che non lavorasse e lei sospettava che l tradisse. uando osai dirgli cosa avrei fatto al suo posto di offese. Adesso vive in italia o a nizza, non so, è sposata con sto tipo e hanno due bazmbini. Speo per lei che sia felice.

  7. lidia ha detto:

    Il principe in Armenia… si chiama sempre Ashot, è di stirpe guerriera ma è anche un monaco.
    caspita che cicogna tosta e ganza avete avuto 😊
    ci sono stata in Armenia. È magica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...