villette

Le villette lungo le strade aspettano annoiate il rientro a casa di qualche ragazzo da scuola.

A tavola piatti di rigatoni al sugo, braciole e insalata con troppo aceto e pomodoro.

Piove, e le giornate paiono sprecate.

Il ragazzone dalle scarpe troppo lunghe e troppo bianche è appena rientrato, ha buttato lo zaino sul divano, generando le ire della bionda e riccioluta mamma intenta a mantenere una parvenza d’ordine e disciplina.

Si mette a tavola, senza lavarsi le mani.

Non si fa, ma lui lo fa lo stesso perché se lo scorda, ha la testa bassa nel piatto, non dice una parola e mangia come un lupo.

Fuori, in giardino, i nani si bagnano sotto l’acqua sottile di marzo.

La magnolia ha iniziato a sentire la primavera, ma la pioggia e la signora bionda l’hanno sgridata e lei ha immediatamente rimandato la fioritura a tempi migliori.

Fra due giorni c’è il compito di matematica.

La notizia non è delle migliori.

Il ragazzo mangia, saluta con un grugnito e si chiude in camera sua, per studiare, dice.

per fumare, dice la bionda.

In televisione scorrono immagini di barconi, di onde del mare, di elicotteri e pescherecci accorsi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a villette

  1. pensierini ha detto:

    chissà se il ragazzo la bionda hanno dato un’occhiata ai barconi, al di là.

  2. marcoghibellino ha detto:

    le cuffie, non dimentichiamo le “cuffie-per-musica-atte-ad-isolarsi-dal-mondo”

  3. marcoghibellino ha detto:

    Un mio amico sta scrivendo un libro sui “nostri” anni 70, è venuto da me per cercare vecchie foto; , è stata anche una mia intenzione, anni fa, cui ho rinunciato senza rimpianti.Mi sono astenuto , ma avrei voluto urlargli :
    per chi! per chi cazzo lo scrivi sto libro! Guardali maremma maiala! le generazioni del telefonino escrescenza dell’orecchio come una verruca, ma guardali cazzo, sti indifferenti ,renziani, ignoranti, che non leggono più nemmeno tuttosport, sti.tronisti.naufraghi.masterchef amici di mariamavaapigliarloin. razzisti.fascisti.subumani CAZZO! GUARDALIII !

  4. ohana ha detto:

    Chissà se è la stessa bionda che lascia il ragazzo a settimane da solo per inseguire un lavoro ed un ganzo. Non mi fanno meraviglia i ragazzi, nè il loro comportamento, anzi mi fanno tenerezza e compassione. Isolarsi è difendersi dalla famiglia sgretolata che non ha saputo essere modello di vita trasmettendo valori di rispetto, di solidarietà, di uguaglianza, di accoglienza, in una parola di amore.
    I giovani di oggi, tronisti e veline, vi vestono di indifferenza per non annegare nel dolore degli abbandoni dei propri genitori. Padri impegnati in fanta politica, mamme in carriera con smanie di gioventù tardiva, e nessuna condivisione con la prole, tanto ci sono i nonni a tappare i buchi, come tassisti.

  5. marcoghibellino ha detto:

    in realtà le famiglie , con tutta la buona volontà sono e ,sempre saranno un passo indietro ai figli, è inevitabile, nel XXsecolo e nel XXI i cambiamenti sono troppo veloci perchè le famiglie riescano ancora a poter essere d’esempio, ( in un Italia poi in cui lìarticolo 1 andrebbe cambioato in ” L’Italia è una Repubblica postdemocratica, fondata sull’ ignoranza più gretta ” ) quello invece che mi fa profondamentamente incazzare è che questa marmaglia insulsa che va dai 14 ai 39 anni non si da una mossa, non si incazza e anche quando si incazza lo fà per le scie chimiche. Dove sono adesso i gruppettari , le femministe dove?? se una disgraziata deve girare 23 ospedali per poter abortire !!

  6. marcoghibellino ha detto:

    ma che vadano a dar via il …!!!

  7. marcoghibellino ha detto:

    GIU’ LA TESTA COGLIONI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...