Lucca-macondo

Piove. 

E minuscoli fiorellini gialli sono spuntati nel bicchiere con la dentiera che tengo sul comodino. 

Macondo non mi manca, da quando sono arrivato a Lucca. 

Lucca fine del mondo. 

Lucca rinchiusa dalle paludi e dai muri alti di mattoni rossi e di prati verdi.

Lucca, pulita, lavata, spazzolata dalle piogge e da una signora bionda, con la sigaretta in bocca, che passa preceduta e seguita dal rumore infernale dalla sua inutile macchina, ricordando quelle stantìe vignette dove la moglie fa alzare i piedi al marito per passare la lucidatrice. 

Lucca, dove si urla di notte, perché camminano ubriachi e annoiati, ma infelici e bastardi, e dare fastidio è il solo modo che esiste per sentirsi vivi. 

Lucca, dove lo straniero è accolto solo se bianco e ben vestito nelle strade vetrine del centro, traboccanti di tedeschi e francesi e americani ma il fastidio è rappresentato da un nigeriano col cappello in mano. 

Perché puoi essere povero. 

Ma a Lucca non lo devi far sapere. 

Questo è fastidioso.

Lucca, ostile e umida come Macondo quando piove. 

Lucca, lucida sotto l’acqua come la pelle di una donna troppo truccata, dal mento cadente e il seno floscio di noia.

Lucca.

Macondo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Lucca-macondo

  1. AD Blues ha detto:

    Bello e triste
    Purtroppo ci stiamo Lucchesizzando dappertutto.

    —Alex

  2. pensierini ha detto:

    Mica ho capito tanto… :-( il bicchiere con la dentiera e i fiorellini? il narratore maschile? ho cercato Macondo ma non ho letto il libro, mi mancano i fondamentali :-( …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...